Verso la conclusione le assemblee Snals

di Claudio Almanzi – Si è tenuta questa mattina a Savona all’ Istituto Comprensivo 2 in via Aonzo 2 l’assemblea per tutti gli istituti comprensivi savonsi. Le assemblee, in orario di servizio, dello SNALS (Sindacato Nazionale Autonomo dei Lavoratori della Scuola) hanno preso il via martedi scorso a Quiliano e stanno ormai per giungere alla conclusione: l’ultima della serie si terrà giovedì a Sassello. Nella seconda parte della mattinata di oggi, sempre a Savona, si è svolta anche l’assemblea riservata a tutti gli istituti superiori di Savona (all’ ISS Mazzini/Liceo Chiabrera).

È stato lo stesso segretario Enzo Sabatini a programmare questi appuntamenti, mentre ad indirle è stato il Direttivo provinciale Snals-Savona, con lo scopo di informare il personale della scuola, e discutere con esso, sui seguenti argomenti: mobilità, contratto, pensioni, decreti attuativi della Legge 107 ed eventuali tematiche createsi a livello locale.

Questo il calendario delle prossime assemblee: domani mercoledì 17 maggio, dalle 8 e 10 alle 10 e 10 al Liceo Issel di Finale Ligure, si terrà quella riservata alle scuole: IC Finale Ligure, ISS Alberghiero Finale e Liceo Issel Finale Ligure.

L’ultima assemblea è prevista per giovedì 18 maggio, dalle 8 e10 alle 10 e 10 all’ IC Sassello, per le scuole: Istituti Comprensivi delle Albissole, Varazze-Celle e Sassello.

“Il calendario delle nove assemblee – spiega il segretario Sabatini- che lo Snals ha proposto per discutere, con gli operatori della scuola, in orario di servizio, le principali tematiche del settore, è stato divulgato per tempo nella speranza di poter contare su una significativa presenza di colleghi”.

Il segretario provinciale dello Snals Sabatini ha anche spiegato che queste assemblee sono utili per fare il punto sulla situazione del comparto dell’istruzione, per quanto riguarda la nostra provincia. Viene fatta anche la presentazione dei servizi che lo Snals può offrire agli iscritti ed alla fine viene dato spazio ai presenti per domande e l’esposizione di problematiche e casi da risolvere.

“Si tratta- conclude Sabatini- di una serie di appuntamenti utili per fare il punto sulla situazione del personale della scuola, della nostra provincia. Le assemblee sono infatti l’ occasione per esaminare e discutere le varie problematiche provinciali legate al settore educativo”. Nelle assemblee, a cui prendono parte maestre, insegnanti, personale Ata e non docente, appartenente ai vari ordini e gradi della scuola, stanno emergendo anche le varie rivendicazioni locali.