Al porto turistico di Alassio, esercitazione antincendio

Alassio. In mattinata si è svolta oggi all’interno del porto turistico di Alassio una esercitazione antincendio volta ad accertare l’effettivo grado di preparazione e conoscenza del personale preposto all’intervento.

La simulazione ha riguardato una unità da diporto che non appena ormeggiata in punta al pontile E comunicava alla Guardia costiera di Alassio di avere un principio d’incendio a bordo con la presenza di un ferito. Ricevuta la notizia via VHF sul ch 16, la Sala Operativa dell’Ufficio Locale Marittimo di Alassio ha provveduto ad attivare la catena d’allarme prevista dalla monografia antincendio portuale, allertando dapprima il personale dipendente, il personale della Direzione del porto della Marina di Alassio, il numero unico di emergenza europeo 112, attivo per la provincia di Savona dal 7 marzo 2017, che a sua volta ha informato dell’accaduto i VV.FF. ed il servizio 118 della Croce Rossa, il personale della Protezione Civile, Carabinieri, Polizia di Stato e Polizia Municipale.

La squadra antincendio del porto di Alassio, successivamente coadiuvata dai VV.FF. e dalla Protezione Civile, si recava immediatamente sul punto segnalato dove provvedeva a domare il principio di incendio. Il ferito a bordo dell’unità veniva assicurato sulla spinale dal personale sanitario e trasbordato a bordo della ambulanza. La finalità dell’esercitazione, riferisce il Capo del Circondario di Loano-Albenga Tenente di Vascello Erik Morzenti, che ha avuto esito positivo, aveva come obiettivo quello di testare la prontezza operativa delle forze in campo, attraverso la verifica dei tempi di reazione rispetto alla chiamata al N.U.E. di emergenza nonché l’efficienza dei mezzi antincendio impiegati.