Cinquantesimo anniversario di fondazione del Gruppo Speleologico Savonese: inizia il nuovo Corso

40 e 50: due numeri importanti per il Gruppo Speleologico Savonese (GSS), che dal lontano 1967 opera sul territorio savonese non solo portando avanti con costanza e ottimi risultati una intensa attività di ricerca, esplorazione e documentazione di nuove grotte sia in provincia di Savona (in particolare Monte Carmo, Bergeggi, Bardineto, Calizzano e altre zone della Val Bormida), sia in altre aree carsiche italiane (Piemonte, Toscana, Sardegna) e talvolta pure all’estero (Cuba e Caraibi), ma anche divulgando le proprie conoscenze e trasmettendo la propria passione a generazioni di giovani (e meno giovani) tramite i Corsi di avvicinamento alla Speleologia, organizzati quale Scuola di Savona e Alta Val Bormida della Commissione Nazionale Scuole di Speleologia della Società Speleologica Italiana.

Per sottolineare la rilevanza di questi due traguardi, il 40° Corso di Speleologia sarà più ricco di contenuti rispetto agli anni precedenti.
Venerdì 7 aprile, alle ore 21, presso il Salone del Dopolavoro Ferroviario di Savona (Via Pirandello 10r, accanto alla Stazione ferroviaria), ci sarà la presentazione del Corso, mentre a partire da venerdì 21 aprile sempre alle ore 21 si terrà una serie di lezioni-conferenze sui vari argomenti inerenti la Speleologia. Le esercitazioni pratiche prenderanno il via domenica 23 aprile (per 6 domeniche successive, fino al 28 maggio) e avranno come meta grotte e territori carsici tra i più importanti del Savonese.

In poco più di un mese i partecipanti saranno messi in grado di apprendere le nozioni tecniche e scientifiche necessarie per potersi muovere in totale sicurezza nell’ambiente ipogeo e trasformarsi in esploratori e geografi del meraviglioso mondo sotterraneo.
Informazioni più dettagliate si possono trovare sul sito internet www.gruppospeleosavonese.it oppure telefonando ai responsabili della Scuola di Speleologia del GSS (Fabrizio, 349.731.7211 – Gianmario, 349.423.1930).