Savona, concerto del duo Joscha Zmarzlik – Guido Bottaro

Savona. Giovedì 30 marzo alle ore 21 nella Sala dei Cattivi Maestri (Officine Solimano – Porto Antico – Savona), sesto concerto della XXI^ stagione cameristica dell’Associazione Musicale Rossini (ingresso € 15,00).

Il programma, eseguito dal baritono tedesco Joscha Zmarzlik, accompagnato al pianoforte dal genovese Guido Bottaro, prevede l’esecuzione integrale della schubertiana “Die schöne Müllerin” (La bella mugnaia), una raccolta di venti canzoni su testi di Wilhelm Müller incentrate sulle passioni amorose accese da un’avvenente giovane mugnaia. L’opera, che si colloca ai vertici di tutta la produzione vocale da camera, consegnando all’eternità i versi, forse altrimenti destinati all’oblio, di Wilhelm Müller (autore anche della Winterreise), è stata composta nel 1823 e rappresenta un momento decisivo nella produzione liederistica di Schubert in quanto per la prima volta il musicista, che aveva già al suo attivo circa 450 componimenti del genere, si confrontava non più con singole pagine poetiche, ma con un intero ciclo cui dare organizzazione e coerente sviluppo.

«Non c’è lavoro su Schubert – scrive Giuseppina La Face Bianconi – che non riservi alla Schöne Müllerin un posto di spicco nel quadro generale. E non c’è studio sulla storia del genere Lied che non dedichi all’opera una giusta considerazione, se non altro perché si tratta, dopo An die ferne Geliebte (All’amata lontana) di Beethoven (op. 98, 1816), di uno dei primissimi cicli di Lieder organicamente condotti sui versi di un unico poeta». A conferire organicità al ciclo contribuisce prima di tutto la vicenda inscenata, il cui dipanarsi suggerisce di per sé un’articolazione in due parti, connesse rispettivamente con il sorgere e il tramontare delle illusioni nell’animo del protagonista fino alla conclusiva tragica rinuncia alla vita.