Ponente, danni maltempo: a fine gennaio incontro con i sindaci per programmare interventi

È stata firmata oggi dal Capo del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile l’ordinanza con cui si assegnano alla Liguria 11 milioni di euro per il maltempo che si è abbattuto lo scorso 24 e 25 novembre nel ponente ligure e con cui si dispongono gli interventi prioritari per le zone colpite.

Lo ha comunicato quest’oggi l’assessore regionale alla Difesa del Suolo e Protezione civile, Giacomo Giampedrone non appena ricevuta la notizia. Dopo il riconoscimento dello stato di emergenza avvenuto il 16 dicembre scorso era questo l’ulteriore tassello necessario per programmare i primi interventi urgenti di protezione civile da parte dei territori.

“Non appena ricevuto la notizia ho immediatamente convocato i sindaci dei territori colpiti che incontrerò lunedì prossimo – ha spiegato l’assessore regionale Giacomo Giampedrone – per realizzare un piano completo degli interventi prioritari e superare le maggiori criticità”. Proprio per andare incontro alle richieste delle comunità locali la Regione Liguria ha incrementato ulteriormente le risorse provenienti dal riconoscimento dello stato di emergenza, stanziando 3 milioni e 36.380 euro derivanti dalle accise regionali 2016 sulla benzina che si sono andate ad aggiungere allo stanziamento di 11 milioni di euro della Protezione civile nazionale. Il territorio colpito dal maltempo lo scorso novembre riguardava i bacini della parte montana dell’Arroscia, del Roia, dell’Argentina e della Bormida. Tutta l’area aveva fatto registrare precipitazioni oltre i 600 millimetri di pioggia. Le criticità maggiori hanno riguardato in Provincia di Savona i Comuni di Albenga, Ortovero, Villanova d’Albenga, Zuccarello, Savona, Murialdo, Altare, Calizzano, Roccavignale, Millesimo e in Provincia di Imperia i Comuni di Sanremo, Ceriana, Montalto Ligure, Molini di Triora, Badalucco, Pornassio, Pieve di Teco, Tanzo, Vessalico. Molto ingenti i danni alle strade comunali e provinciali con frane e smottamenti diffusi in diverse parti del territorio.