Riciclare ad Arte, nella Sala Mosaico di Palazzo Doria

Martedì 10 gennaio, a Loano, nella Sala Mosaico di Palazzo Doria sarà inaugurata la mostra “Riciclare ad Arte”, organizzata dalla Scuola Primaria di Loano (plesso G. Valerga e Milanesi) con il patrocinio dell’Assessorato alla Scuola e all’Ambiente del Comune di Loano.
La mostra raccoglie gli oggetti realizzati dagli alunni con materiale di riciclo. La mostra si potrà visitare nell’orario di apertura degli uffici comunali, fino al 20 gennaio p.v.

“L’esposizione in Palazzo Doria dei manufatti realizzati dai bambini – dice il Sindaco Luigi Pignocca – si inserisce in un progetto più ampio di educazione ambientale che da molti anni vede la collaborazione tra il Comune di Loano e la scuola. In occasione dell’avvio della raccolta “porta a porta” si è rafforzato l’impegno al fine di sensibilizzare e coinvolgere le famiglie nel nuovo sistema di gestione dei rifiuti a partire dai cittadini più piccoli”.

“Insieme al Comune – spiegano le insegnanti della Scuola Primaria di Loano – si è elaborato un progetto con il quale abbiamo voluto contribuire alla costruzione di una cultura nei confronti del problema “rifiuti” in modo da sostenere e favorire uno sviluppo sociale ed economico compatibile per le attuali generazioni e per quelle future.
L’iniziativa di un percorso di sensibilizzazione sul tema dei rifiuti è stato finalizzato ad assicurare una partecipazione attiva e cosciente da parte delle scolaresche e della cittadinanza ai programmi di raccolta differenziata che si sono attivati sul nostro territorio. Dopo aver accolto a scuola operatori del settore che hanno informato i nostri alunni su che cosa è la raccolta differenziata, in classe si sono svolte diverse attività per sondare conoscenze, sensibilità e atteggiamenti nei confronti dei rifiuti e per portare gli alunni a riflettere sulle “possibilità alternative” che un oggetto acquista se ci si sofferma a pensare alla possibilità di riusarlo. L’intento è stato, infatti, quello di sollecitare la capacità di vedere oltre ciò che vi è davanti agli occhi o che siamo abituati a vedere. I bambini a riguardo ci hanno dato molto: una bottiglia di plastica vuota può infatti essere vista come un uno strano personaggio, un salvadanaio, un porta matite, una libellula…”.

A partire dallo scorso anno il Comune di Loano ha sostenuto molte attività nella scuola sul tema della raccolta differenziata. È stata organizzato un concorso di disegni e per ogni classe è stata selezionata un opera che è stata presenta alla festa dell’Eco-Schools. In tutto sono stati selezionati e premiati 20 disegni (uno per ogni classe della Scuola Primaria di Loano Plesso Valerga e Plesso Milanesi).

“Attraverso questa iniziativa e molte altre che ne seguiranno – dice l’Assessore all’Ambiente Manuela Zunino – intendiamo rendere i bambini partecipi della vita della nostra comunità e cittadini attivi nella raccolta differenziata. Per questo motivo abbiamo anche organizzato incontri con esperti all’interno delle scuole e promosso i laboratori nei quali gli alunni hanno “immaginato” e costruito oggetti con materiale di riciclo, che saranno esposti nella mostra Riciclare ad Arte”.

“Da molti anni – dice il Vice Sindaco Luca Lettieri – le scuole loanesi partecipano alla campagna annuale della rete delle Eco-Schools, ottenendo il riconoscimento della Bandiera Verde che attesta l’impegno della comunità scolastica a ridurre il proprio impatto ambientale. Attraverso le nuove iniziative, realizzate e da realizzarsi in collaborazione con l’assessorato all’Ambiente, gli alunni hanno imparato e impareranno a conoscere le diverse tipologie di rifiuti, i cicli di vita dei materiali e le modalità con cui viene attuata in città la raccolta differenziata. Il 24 e il 25 gennaio, esclusivamente per gli alunni della scuola Primaria, andrà in scena nel palazzetto dello sport “E. Garassini” lo spettacolo teatrale “La Fisarmonica” che narra l’incontro tra un operatore ecologico eccentrico e un artista con velleità alla ricerca di una soluzione per ripulire il mondo.”