Andora, 100 figuranti in costume per il Presepe vivente di Borgata Duomo

Venerdì 6 gennaio 2017, la Borgata Duomo di Andora si trasforma in una piccola Betlemme per il tradizione “Presepe Vivente”, organizzato dall’Associazione Andora Più.
Più di cento figuranti in costume, dalle 15.30 alle 18.00, animeranno le cantine e i vicoli in pietra interpretando i personaggi della classica Natività. La manifestazione è a ingresso è libero.

Il suggestivo borgo fra gli ulivi, propone un percorso a tappe, illuminato dalle fiaccole in cui ci saranno anche punti di degustazione con specialità tipiche che possono essere acquistate con il “duomino”, la moneta battuta per l’occasione dal fabbro Simone Baldi e che disponibile per il cambio all’ingresso del Presepe.

Ecco il programma. Alle ore 14.00 ci sarà la Santa Messa nella chiesa di San Pietro. Terminata la funzione religiosa, il corteo dei figuranti raggiungerà il borgo di Duomo, dove alle 15.00 sarà aperto il Presepe Vivente. Alle ore 16.30 circa è previsto l’arrivo dei Re Magi alla Capanna della Natività. La piccola Betlemme ligure spegnerà la sue luci intorno alle 18.00.
Come tradizione, in occasione dell’evento, sarà aperta la suggestiva chiesa di Maria Bambina situata nel cuore del borgo di Duomo.

Il presepe di Duomo di Andora è una rievocazione che attrae ogni anno migliaia di visitatori che, percorrendo i vicoli o entrando nelle antiche cantine, possono ammirare le ambientazioni tipiche liguri in cui sono proposti gli antichi mestieri come il calzolaio, il vasaio, l’arrotino, lo scalpellino, il maniscalco, il fabbro, il panettiere, il venditore di stoffe ed il falegname, prima di giungere alla prigione sorvegliata dai centurioni che anticipa, la tappa del Censimento e l’ingresso nell’antro ove è rievocata la Natività.

Novità di quest’anno la postazione della ricamatrice, la bottega delle spezie e la bottega dei ricordi, animata quest’ultima dai genitori e dagli alunni delle scuole di Andora che hanno realizzato per l’occasione lavoretti artigianali sul tema del Presepe il cui ricavato andrà a favore delle scuole. Fra i nuovi personaggi anche le Danzatrici del ventre che si esibiranno accanto alla postazione dei cacciatori.
Come di consueto, atteso l’arrivo dei Re Magi, che portano i doni al Bambinello.

Il Presepe vivente propone anche cinque le postazioni di degustazione intitolate “Pescatori”, “Pastori”, “Cacciatori”, “Contadini”, “Osteria” e la “Bottega del Pane” dove si potrà gustare, camminando, specialità e leccornie come pan fritto, cioccolata calda, panini con salsiccia e porchetta, torte salate, frittelle salate e formaggi. Vicino alla postazione dei Pastori saranno serviti anche le caldarroste e il vin brulè.

Il Presepe vivente di Duomo è rinato nel 2014 su iniziativa dell’Associazione Andora in collaborazione con le Parrocchie di San Pietro e San Giovanni, che hanno voluto riportare in auge una tradizione del borgo nata nel 1989 da un idea Lino Giusto ed interrotta per molti anni. Progetto che fin dal debutto ha avuto uno straordinario successo di pubblico che dalle 1500 presenze della prima edizione, è andato aumentando negli anni.

“Siamo contenti del successo crescente riscosso e speriamo di attirare sempre più visitatori da fuori Andora grazie a questo presepe che rivive grazie all’entusiasmo delle tante persone che vi partecipano – hanno spiegato Gianvito Garassino e Simone Baldi fra gli organizzatori del Presepe – Ben cento figuranti che accolgono i visitatori in un percorso che, oltre a proporre la rievocazione della Natività, fa scoprire ai turisti l’ incantevole borgo di Duomo che per l’occasione apre le sue cantine grazie alla disponibilità dei proprietari. Le piccole golosità proposte completano un pomeriggio piacevole che chiude le feste natalizie” .