“Note d’autore”, Eugenio Finardi ad Alassio

“Sessant’anni è l’età in cui si devono realizzare i sogni, si organizzano i propri ricordi e ci si accorge dei miracoli”: giovedì 22 dicembre Eugenio Finardi sarà ad Alassio in concerto per raccontare i suoi “40 anni di musica ribelle”. L’occasione è la rassegna alassina “Note d’Autore”, l’iniziativa che ha preso il via il 15 dicembre con Shapiro e prevede altre due serate che avranno luogo nella ex Chiesa Anglicana di via Adelasia: giovedì 22 dicembre con Eugenio Finardi, appunto, e martedì 27 dicembre con Vittorio De Scalzi.

Eugenio Finardi eseguirà alcuni brani in versione acustica chitarra e voce e sarà intervistato dalla giornalista Lucia Marchiò, organizzatrice della rassegna “Note d’Autore” in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Alassio e la Ge.Sco. “Queste iniziative di grande valore e notevole interesse, a ingresso libero per il pubblico, arricchiscono la grande offerta culturale che la nostra Città ha messo in campo per tutto il corso dell’anno e nella stagione di manifestazioni natalizie. Appuntamenti da non perdere, sia per gli appassionati, sia per chi, magari più giovane, vuole approfondire la conoscenza della storia della musica italiana”, commenta Monica Zioni, Vice Sindaco di Alassio con delega alla Cultura.

“Shapiro, Finardi e De Scalzi: tre artisti uniti dal comune denominatore rock, determinanti per la musica italiana dell’epoca, in un certo qual modo rivoluzionari e dalle variegate anime artistiche” – spiega Lucia Marchiò, giornalista e critico musicale – “Con loro parleremo delle trasformazioni culturali e musicali di questi ultimi 50 anni, di attualità e molto altro ancora. Dopo l’appuntamento con Shel, che ha raccontato al pubblico gli anni Sessanta nei suoi pregi e difetti e tanti aneddoti legati sua variegata carriera artistica, giovedì incontreremo Eugenio Finardi che con le sue composizioni decisamente rock e ‘di rottura’ ha fatto proseliti ma anche discutere.