Savona: ritorna al Teatro Chiabrera il New Medical Mystery Tour

Come ogni anno, in occasione del Natale, si rinnova l’appuntamento con il New Medical Mystery Tour, lo spettacolo organizzato dall’Asl 2 savonese in collaborazione con il Comune di Savona.

L’imminente rappresentazione al Teatro Chiabrera della nuova rivista del Medical Mystery Tour (22 e 23 dicembre 2016) racchiude un significato diverso dal solito per la compagnia teatrale e, auspicabilmente per la città: il Medical Mystery Tour infatti, che da sempre arruola un numero rilevante di dipendenti della ASL 2 Savonese, compie 30 anni essendo nato nel dicembre 1986 per esordire nel settembre 1987 dopo diversi mesi di prove.

Lo stesso titolo dell’edizione di quest’anno intende ricordare e festeggiare l’anniversario e il ruolo professionale sanitario degli improvvisati “artisti”: “Noi abbiamo fatto 30… voi dite 33!”

La rivista di quest’anno mette in scena sette scenette scritte “ex novo” oltre alla rivisitazione di tre sketch “storici”, opportunamente ammodernati. Ci si propone di divertire il pubblico, che potrà ascoltare dal vivo l’orchestra del MMT, sdrammatizzare allegramente il “carisma” dei ruoli sanitari, avvicinando i professionisti all’utenza e finalità non ultima, di fare un po’ di beneficienza, più che mai benvenuta nel contesto dei molti disastri che hanno recentemente sconvolto il territorio del nostro paese. Nello specifico si cercherà di contribuire al risanamento di un ospedale del centro Italia, quello di Norcia, gravemente lesionato.

Come di consueto, nella prima serata (giovedì 22 dicembre) Asl e Comune approfitteranno della pausa spettacolo per salutare e ringraziare ufficialmente tutti i dipendenti andati in pensione nel 2015.
Il ricavato della serata, realizzata anche grazie al sostegno della Fondazione De Mari, sarà devoluto alle popolazioni colpite dal terremoto del 24 Agosto.

Il “New Medical Mystery Tour” è una associazione ONLUS, presieduta dal dott. Rodolfo Tassara, che opera per la promozione dell’attività teatrale, senza fini di lucro e con scopo benefico, come rappresentato dal logo: un “Don Chisciotte a cavallo con siringa e chitarra”.