Savona, pubblico-privato: presentato lo studio su Costa Crociere

Pubblico-privato, Costa Crociere genera oltre 38 milioni di euro e 661 posti di lavoro a Savona: è quanto emerge da uno studio, commissionato da Costa Crociere e realizzato da PwC Italia, che fotografa il positivo contributo della compagnia crocieristica sulla città di Savona e sull’intero tessuto economico locale.

Savona / Genova. È stato presentato oggi, alla presenza del Sindaco del Comune di Savona, Ilaria Caprioglio, del Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti e dell’Assessore regionale alla cultura e formazione, Ilaria Cavo, lo studio commissionato da Costa Crociere e realizzato da PwC Italia con l’obiettivo di rilevare l’impatto economico della compagnia crocieristica sulla città di Savona. Ne emerge che, nel 2015, il contributo fornito da Costa Crociere al Comune di Savona è stato di 38.563.474 euro. Altrettanto significativo il riflesso in termini occupazionali, dato che le attività di Costa hanno generato un valore di 661,2 posti di lavoro FTE (Full Time Equivalent).

Importanti risultati, frutto della proficua sinergia che le amministrazioni locali e l’azienda hanno instaurato a beneficio delle comunità e dei territori savonesi.

Il Sindaco di Savona, Ilaria Caprioglio ha commentato: “Si tratta di un’occasione importante per ragionare su dati concreti, che servono a comprendere la grande rilevanza che riveste la presenza sul territorio di uno dei principali scali di Costa Crociere a livello nazionale. Un momento prezioso per soffermarsi a riflettere sulla indubbia incidenza anche economica dovuta alla presenza dello scalo, delle navi e del flusso continuo di croceristi nella nostra Città. Questo non è un punto di arrivo, ma di partenza per proseguire su questo percorso con rinnovato entusiasmo, per sviluppare nuove strategie, lavorando in sinergia tra Amministrazione Comunale, Regione Liguria, Costa Crociere”.

“Continua l’impegno della Regione Liguria per la promozione del territorio di Savona che ha saputo intercettare un milione di crocieristi all’anno, grazie alla positiva collaborazione tra Comune e Costa Crociere – spiega il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti – I risultati di oggi testimoniano la volontà delle Istituzioni e di Costa Crociere di lavorare insieme per il territorio savonese, costruendo iniziative di valorizzazione e attrazione, grazie anche agli walking tour organizzati per far scoprire le bellezze di Savona e del suo entroterra e i prodotti dell’enogastronomia. Come Giunta regionale abbiamo creduto, fin da subito nella promozione di tutto il nostro territorio attraverso campagne di comunicazione come #Lamialiguria, per valorizzare il turismo in modo innovativo, attraverso foto e video per far diventare la nostra regione ancora più attrattiva”.

Il valore aggiunto di oltre 38 milioni di euro fornito da Costa Crociere è così ripartito: 18.920.138 euro provengono dagli ospiti delle navi, 13.046.654 euro derivano direttamente dalle attività della compagnia, mentre 6.595.681 euro arrivano dalle spese effettuate dai membri dell’equipaggio. Un contributo risultante dai 230 scali annui di navi Costa a Savona, che hanno portato un totale di circa 325.000 vacanzieri ad imbarcarsi in città ed ulteriori 334.000 ospiti in transito, provenienti da altri porti. Ogni nave ha portato inoltre una media di 860 membri di equipaggio. Tali flussi hanno generato a Savona una spesa diretta annua complessiva pari a 96 euro per ciascun ospite in arrivo dalle navi Costa e pari a 1.020 euro per ogni abitante di Savona.

“Lo studio sottolinea in maniera efficace i risultati prodotti sia dalla virtuosa collaborazione avviata con le amministrazioni locali sia dagli investimenti che abbiamo effettuato a Savona nel corso degli ultimi anni – ha dichiarato Neil Palomba, Direttore Generale di Costa Crociere – Il nostro obiettivo futuro è quello di proseguire il lavoro avviato e continuare a creare valore sul territorio, facendo di Savona un esempio da seguire per lo sviluppo sostenibile delle crociere nel lungo periodo. Le nuove navi alimentate a LNG, la prima delle quali arriverà nel 2019 ed avrà come home port proprio Savona, sono un segno tangibile di questo nostro impegno”.

Lo studio presentato oggi rientra, infatti, nel piano di collaborazione che unisce Costa Crociere, Comune di Savona ed Autorità Portuale, sancito nel novembre 2015 dalla sottoscrizione di un Protocollo d’intesa della durata di tre anni, finalizzato allo sviluppo sostenibile del settore crocieristico in città. Le sue principali aree di intervento riguardano la tutela ambientale, l’impatto sociale ed economico e la comunicazione dei risultati raggiunti. Inoltre, a partire da luglio 2016, la compagnia crocieristica ha avviato insieme alla Regione Liguria e al Comune di Savona un’iniziativa grazie alla quale i crocieristi in arrivo a Savona hanno a disposizione un’escursione dedicata esclusivamente alla scoperta della città e dei prodotti tipici del territorio.