Alluvione e solidarietà tra comuni, Carcare mette a disposizione la sua acqua

Questa mattina il Comune di Carcare ha somministrato in due occasioni acqua ai Comuni confinanti che, a causa dei danni alluvionali, hanno difficoltà con gli approvvigionamenti idrici dei loro acquedotti.

Un’autobotte dei Vigili dei Fuoco ha attinto 25.000 litri di acqua potabile dagli impianti di Carcare per destinarli agli usi prioritari dell’ospedale San Giuseppe di Cairo Montenotte, una seconda autobotte della protezione civile, insieme ad una terza, ne hanno captati, sempre dagli stessi impianti carcaresi, altri 10.000 per le necessità del Comune di Cosseria.

“Una solidarietà amministrativa – commenta il vice sindaco Christian De Vecchi – dettata dalla situazione di emergenza che ha colpito il territorio delle valli del fiume Bormida. La qualità dell’acqua del nostro acquedotto, in questi giorni di pioggia, è figlia di un continuo monitoraggio e intervento messo in opera dagli operai del nostro Comune che, in situazione di rischio idrogeologico hanno rischiato la loro incolumità per assistere gli impianti al fine di non comprometterli. Per questo li ringrazio a nome di tutti i carcaresi. Oggi, quel lavoro, ci ha permesso di agire in un’opera di mutuo soccorso verso chi è stato più sfortunato, mettendo loro a disposizione le nostre riserve.”