Maltempo Liguria, prolungato l’Allerta rossa su parte regione

[AGGIORNAMENTO h. 20,10] – La Protezione Civile Regionale, sulla base delle valutazioni effettuate dal Centro Meteo Arpal, ha emanato Area A (Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa): Allerta rossa fino alle 12 – arancione dalle 12 alle 15; Area B (Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno): Allerta rossa fino alle 6 – arancione dalle 6 alle 15; AREA C (costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Sturla): Allerta gialla fino alle 15; Area D (Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida): Allerta rossa fino alle 12 – arancione dalle 12 alle 15; Area E (Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia): Allerta gialla fino alle 15. La Sala Operativa Regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta.

LA SITUAZIONE – il ponente della regione è stato interessato da precipitazioni fino a molto forti, con cumulate molto elevate: 285.8 mm Calizzano; 238.2 mm Pieve di Teco; 218.8 mm Colle del Melogno; 215.8 mm Monte Settepani; 212.8 mm Pornassio; 210.8 mm Poggio Fearza; 202.4 mm Castelvecchio di R. B.; 189.6 mm Santuario di Savona; 182.2 mm Osiglia.
L’intensità oraria maggiore è stata a Santuario di Savona, con 73,6 mm caduti fra le 15 e le 16; seguono i 56,4 mm a Quiliano e i 51,2 mm a Verzi e Cisano sul Neva.

Di seguito il quadro previsionale con il dettaglio per le prossime ore e per i prossimi giorni, AGGIORNATO ALLE 19.37.

DOMANI, VENERDÌ 25 NOVEMBRE: Nella prima parte della giornata si attendono precipitazioni di intensità tra moderata e forte con cumulate significative su ACDE ed elevate su B. Possibili isolati temporali di forte intensità su tutte le aree. Attenuazione delle precipitazioni a partire da Ponente nella seconda metà della giornata. Nelle prime ore ancora venti da Est/Sud-Est di burrasca forte (80-90 km/h) sulle coste di B e C e forti sui rilievi di E (50-60 km/h). Mare localmente agitato su B e C in calo nel corso della giornata.

DOPODOMANI, SABATO 26 NOVEMBRE: Non sono attesi fenomeni significativi.

Per oggi e fine giornata: Piogge diffuse con quantitativi elevati su BCE, molto elevati su AD. Previsti temporali forti, organizzati e persistenti su ABD; probabili temporali forti anche su CE. I fenomeni più intensi interesseranno la parte occidentale della regione in particolare AD e la parte occidentale di B. Venti da Sud-Est di burrasca forte su coste di ABC (fino a 80-90 km/h), burrasca forte sui rilievi di ABC (a 500 metri attesi fino a 100 km/h); su DE venti con raffiche forti nelle valli (50- 60 km/h). Mareggiate sulle coste esposte allo scirocco.

[AGGIORNATO h. 17,48] – La Protezione Civile Regionale, sulla base delle valutazioni effettuate dal Centro Meteo Arpal, ha prolungato l’Allerta rossa fino alle 12 di domani su A (Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa) e D (Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida).

Confermato l’Allerta rossa su B (lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno) fino alle 6 di domani, venerdì 25 novembre; l’Allerta gialla su C (costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Sturla) fino alle 6 di domani; emanato l’allerta gialla su E (Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia) dalle 12 di oggi, giovedì 24 novembre fino alle 6 di domani.
Questa sera entro le ore 20 verranno effettuate ulteriori valutazioni meteo idrologiche.

Per sabato non sono attesi fenomeni significativi mentre per domani, venerdì 25 novembre, nella prima parte della giornata si attendono precipitazioni di intensità forte, con cumulate significative su AD-E ed elevate su B (in particolare su parte occidentale). Possibili isolati temporali di forte intensità su tutte le aree. Attenuazione delle precipitazioni a partire da Ponente nella seconda metà della giornata. Venti da Est/Sud-Est di burrasca forte (80-90 km/h) sulle coste di B e C e forti sui rilievi di E (50-60 km/h). Mare localmente agitato su B e C in calo nel corso della giornata.

Il dettaglio, comune per comune, è reperibile sul sito www.allertaliguria.gov.it dove sono riportate anche le norme di autoprotezione consigliate dalla Protezione Civile Nazionale, da adottare prima e durante gli eventi.
La Sala Operativa Regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta.

Molti gli allagamenti registrati oggi e i problemi alla viabilità, anche se è in via di normalizzazione la circolazione ferroviaria in alcuni punti critici si Piemonte e Liguria; stando ai dati aggiornamenti alle ore 17.10, nella Linea Torino – San Giuseppe di Cairo – Savona è stata riattivata alle 16.15 la circolazione ferroviaria fra Fossano e Ceva, sospesa dalle 14.30 per danni dovuti al maltempo, ma e ancora sospeso il traffico fra Ceva e San Giuseppe di Cairo; nella Linea Alessandria – San Giuseppe di Cairo – Savona dalle 16.45 è stato invece riattivato il traffico ferroviario fra San Giuseppe di Cairo e Savona (via Ferrania), sospeso dalle 13 per l’allagamento della sede ferroviaria nella stazione di San Giuseppe di Cairo, ma è ancora interrotta la circolazione ferroviaria fra Acqui Terme e San Giuseppe di Cairo.

Maltempo, situazione in evoluzione: il punto in Regione

“Le prossime sei ore sono ancora molto delicate, dopo di che andremo a rallentamento della tensione sulla regione. L’allerta rossa è prolungata fino a domani all’ora di pranzo. La Centrale operativa è aperta e la Sala della Trasparenza anche, tutti i cittadini possono aggiornarsi in ogni momento andando sui siti della Regione. Credo che ancora una volta le previsioni di ARPAL così come tutta la Centrale Operativa abbiano fatto un grande lavoro e dobbiamo ringraziarli, così come i 250 volontari che stanno operando sul territorio. Tutto quello che potevamo fare per affrontare l’emergenza è stato fatto, complimenti alla Protezione Civile”. Lo ha detto questo pomeriggio il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti durante la conferenza stampa per fare il punto sul maltempo nella centrale operativa della Protezione civile regionale.

Proseguono le situazioni di criticità sulla regione dalla notte che hanno interessato soprattutto il ponente ligure. Nell’ultima ora si sono verificate precipitazioni molto forti, fino a 50 mm nell’entroterra di Albenga. Piogge forti in tutta la Valbormida e deboli su tutto il resto della regione. Dalle 3 di questa notte sono caduti: 190 mm a Calizzano (SV), 177 mm a Poggiofearza (IM), 166 mm a Pieve di Teco (IM), 163 a Pornassio (IM), 143 a Colle Belenda (IM) e 130 a Valzemola (SV).

Si riscontrano diffusi problemi alla viabilità locale e principale con frane e smottamenti in vari punti del territorio in provincia di Imperia e Savona. Nella prima mattinata il Comune di Armo è rimasto isolato per una frana sulla strada provinciale 28 diretta in Piemonte sulla quale stanno lavorando addetti della Provincia e del Comune per un ripristino parziale. Molta preoccupazione desta anche la mareggiata, dovuta ai venti di scirocco, che si sta verificando lungo tutto il tratto di costa che ha già causato molti problemi.

In provincia di Savona

In provincia di Savona a Villanova d’Albenga si è verificata l’esondazione del torrente Arroscia nei pressi dell’aeroporto; esondazione anche a Calizzano con evacuazione di alcuni nuclei abitativi, insieme a Ortovero. Nel Comune di Savona allagamento alla stazione San Giuseppe. In Val Bormida situazione molto critica con smottamenti e frane a Cairo, Millesimo e Calizzano.

La Prefettura di Savona ha attivato alle ore 15.00 il COM (Centro Operativo Misto) di Albenga, coordinato dal Vice Predetto dott. Andrea Santonastaso, al fine di garantire il costante presidio del territorio del ponente savonese. I primi interventi hanno riguardato il monitoraggio dei torrenti e dei corsi d’acqua della piana albenganese e della zona mare. Con particolare riferimento alla zona della foce del fiume Centa, dove è più elevato il rischio di esondazione, si invita la popolazione ad allontanarsi da tale zona. Le pattuglie della Polizia Municipale stanno inoltre diramando avvisi alla cittadinanza con l’invito a non uscire dalle proprie abitazioni, se non per motivi di assoluta necessità.

In provincia di Imperia

I Comuni maggiormente interessati dal maltempo in provincia di Imperia sono invece i seguenti: Cervo, Vessalico, Taggia, Sanremo, Ceriana, Montalto Ligure, Molini di Triora, Badalucco, Riva Ligure. A Sanremo il torrente Armea ha creato allagamenti sulle strade comunali ed è stata chiusa la strada San Pietro; a Ceriana il torrente Armea ha provocato allagamenti sulla strada provinciale Sanremo Bajardo, il Rio Carpasina è esondato e sono state evacuate 20 persone. A Montalto Ligure il torrente Argentina è esondato presso il bivio strada provinciale e anche il rio Carpasina, evacuate circa 20 persone.

A Molini di Triora si è verificata l’esondazione del torrente Capriolo/Argentina che ha rotto la rete dell’acquedotto, e è ha provocato lo sgombero di un’area con insediamenti industriali. A Badalucco il torrente Argentina è esondato in due località Ravezza e Oxentina con evacuazione di alcuni nuclei familiari. Lievi esondazioni anche del rio Serpente a Pornassio, allagamenti anche alla viabilità locale e alla statale 28 nel Comune di Pornassio. Inoltre parzialmente isolata per frana la frazione Silidi di Pieve di Teco. Danni alla vasca del depuratore nel Comune di Ranzo e timore per un muro perimetrale di contenimento alla vasca. La frazione di Cenova isolata, con 30 persone, per frana che si è abbattuta sulla strada provinciale.

“Continua il monitoraggio dei fenomeni da parte della Protezione civile regionale e l’affiancamento dei territori – dice l’assessore regionale alla Protezione civile, Giacomo Giampedrone– In previsione delle evoluzioni meteo delle prossime ore, che confermano un quadro fortemente critico che potrebbe andare a incidere negativamente su quei territori più colpiti fino a ora dal maltempo con situazioni, anche del terreno, che potrebbero diventare molto pericolose”.