Savona, appuntamento con la stagione cameristica dell’Associazione Rossini

Savona. Prosegue nella Sala dei Cattivi Maestri (Officine Solimano – Porto Antico – Savona) la XXI^ stagione cameristica dell’Associazione Rossini.

Giovedì 1° Dicembre alle ore 21 chiuderà la prima parte della stagione il duo savonese Laura Guatti, flauto e Loris Orlando, pianoforte che si esibirà in un concerto in gran parte dedicato alla produzione italiana recente e recentissima, considerata la presenza, accanto a Nino Rota, celebre per le musiche composte per i film di Federico Fellini e Sandro Fuga, già Accademico di Santa Cecilia e Direttore del Conservatorio di Torino, del giovane e affermato compositore savonese Marco Lombardi.

Del Maestro Lombardi saranno eseguiti due brani: …und Papageno pfeift (… e Papageno fischia), un divertissement sulle cinque note che accompagnano l’entrata in scena di Papageno, nel primo atto del Flauto Magico di Mozart, composto nel 2006 in occasione del 250° anniversario della nascita del grande salisburghese, dedicato ed eseguito per la prima volta dal duo Guatti Orlando. Il secondo brano Drei Weihnachtslied (Tre canti di Natale), fu composto in occasione di una prestigiosa tournée in Germania del Duo Guatti/Orlando ed ebbe il suo battesimo, singolare ricorrenza, proprio il 1° dicembre 2007 per il Havelländische Musikfestspiele di Berlino.

La vicinanza con le feste di Natale ispirò al compositore l’idea di utilizzare tre melodie natalizie molto note in ambito protestante e che fra l’altro furono ampiamente utilizzate da Bach in più occasioni. Nel corso degli anni questi pezzi hanno avuto una vita felice. Questo significa non solo che non sono stati dimenticati dopo la prima esecuzione bensì più volte ripresi, ma anche che hanno sempre ottenuto, grazie alle virtù esecutive del duo savonese cui sono affettuosamente dedicati, un ottimo riscontro da parte del pubblico.

Chiuderà il concerto la Sonata op. 94 di Sergej Prokofiev composta nel 1943 allo scopo di fondere e amalgamare fra di loro i timbri dei due strumenti, in un gioco di sonorità leggere e trasparenti di evidente linea classicheggiante. La Sonata, alla finezza e all’eleganza della scrittura, aggiunge una freschezza di inventiva unita ad un vivace senso dell’umorismo, mentre la forma e la quadratura musicale richiamano il discorso spumeggiante e frizzante della giovanile Sinfonia classica”.

Dopo una lunga pausa invernale la rassegna riprenderà giovedì 9 marzo con il duo di chitarre Dodicisuoni composto da Federico Briasco e Alberto Montano.