Per Andora gemellaggio con la norvegese Larvik

Delegazione di Larvik in visita ad Andora. Il comune ligure ha accettato la proposta di gemellaggio con quello norvegese, patria di Thor Heyerdahl, il grande esploratore che nel 1956, fece del borgo andorese di Colla Micheri il suo buon ritiro.

Ancora prima che sia sottoscritto il solenne giuramento di fratellanza, il Sindaco di Larvik Rune Hoiseth ed il Presidente del prestigioso Istituto Thor Heyerdahl, Knut Pihl, hanno voluto  incontrare il sindaco Mauro Demichelis per presentare una serie di progetti culturali, sportivi, economici e di scambio con il comune ligure. Della delezione facevano parte anche l’assessore allo Sport ed alla Cultura Bard Jacobsen ed il responsabile della Scuola d’Arte di Larvik Endre Lindstol che hanno incontrato il vice sindaco Paolo Rossi e l’assessore alla cultura Maria Teresa Nasi.

“Si stanno ponendo le basi per una collaborazione che andrà ben oltre il ricordo di Thor Heyerdahl che è naturalmente centrale nel rapporto fra la Norvegia e Andora – ha spiegato il sindaco Mauro Demichelis – I rappresentanti del  comune di Larvik, si sono interessati ai prodotti della piana come il Basilico Genovese Dop, quelli orticoli e oleari che hanno conosciuto attraverso visite in aziende locali. Andora e Larvik sono unite anche dalla coltivazione di una particolare aromatica, l’aneto, conosciuta in Norvegia come “dill” molto utilizzata nella cucina dei paesi nordici. Ad Andora c’è un’azienda che, da tre anni, coltiva questa pianta che viene venduta prevalentemente in Norvegia”.

La delegazione ha visitato proprio le serre dell’azienda Paolo Bracco, ha assaggiato il dill che ha giudicato di ottima qualità. La filiera di produzione e vendita del basilico è stata invece presentata nelle serre dell’azienda agricola di Anastasio Ziliani, mentre nel frantoio Fratelli Morro, si è svolta la degustazione di locale olio extravergine d’oliva che è seguita a quella di tipicità locali, Olio di Rollo e vino di Colla Micheri che si è svolta a Palazzo Tagliaferro al termine dell’incontro istituzionale. La delegazione ha, inoltre, scoperto la coltivazione del ciclamino con l’azienda Caviglia. Gli incontri preliminari sono strettamente operativi, organizzati in contatto con il territorio ed evitando costi a carico delle casse comunali.

Il tour ad Andora ha toccato il porto di Andora, il litorale, il polo culturale di Palazzo Tagliaferro ed il Museo Mineralogico Dabroi ed i principali monumenti andoresi.
“Sono disponibili a portare ad Andora iniziative culturali e veliche dedicate ai ragazzi ed sono interessati alla nostra offerta turistica ed ai prodotti della piana – conclude il sindaco Demichelis – hanno dimostrato una grandissima sensibilità verso la nostra cultura agricola e verso le bellezze di Andora e di condividere la nostra volontà di realizzare un gemellaggio fatto di progetti che possano avere dei risvolti economici e culturali concreti”.