Assemblea Anci: grande affluenza all’info-point Agenzia del Demanio

Tanti i visitatori all’info-point dell’Agenzia del Demanio presente all’Assemblea annuale dell’Anci, in corso a Bari |

Sono infatti numerose le richieste di informazione e di confronto sulle attività e i progetti dell’Agenzia. Sotto i riflettori il federalismo demaniale: gli enti territoriali hanno tempo infatti fino al 31 dicembre 2016 per richiedere i beni di proprietà dello Stato a cui sono interessati per operazioni di riuso e valorizzazione. Sono molteplici gli esempi di edifici, scuole e spazi verdi restituiti ai territori per rispondere alle esigenze dei cittadini con progetti di rigenerazione urbana e nuove funzioni sociali e istituzionali.

Al 31 agosto 2016 sono complessivamente 3809 i beni trasferiti agli Enti locali per un valore di 975 milioni di euro. Sono 217 gli immobili trasferiti in Abruzzo e Molise, 302 in Calabria, 378 in Campania, 461 in Emilia Romagna, 119 nel Lazio, 259 in Liguria, 500 in Lombardia, 105 nelle Marche,191 in Piemonte, 338 tra Toscana e Umbria e 319 in Veneto e 628 in Puglia e Basilicata.

I beni di grande pregio artistico, come palazzi storici, castelli e fortezze sono invece trasferibili attraverso la procedura, sempre aperta, del federalismo culturale . Al 31 agosto sono 80 quelli entrati a far parte del patrimonio disponibile degli enti locali per un valore complessivo di 430 milioni di euro.

Tra i beni trasferiti negli ultimi giorni agli Enti locali con le procedure previste dal federalismo demaniale, in particolare si segnala in Liguria per il Comune di Sanremo una ex galleria antiaerea con accesso in Largo Volta e Via Martiri della Libertà, che una volta tornata nelle mani dell’Amministrazione comunale potrà essere destinata a strada di collegamento di alcune zone della città e una ex area demaniale marittima, in località Valle Armea, che sarà utilizzata per la cantieristica navale minore, darsena di servizio, viabilità, parcheggi e servizi.