Al Teatro Don Bosco di Savona, i Boccascenah in ‘Bene da morire’

Savona | una commedia comica, con tante occasioni di divertimento per il pubblico |

di Laura Sergi – Sabato 15 ottobre e domenica 16 (rispettivamente alle ore 21 e alle 16) al teatro Don Bosco di Savona, direttore artistico don Giovanni Margara, è atteso l’appuntamento con: ‘Bene da morire’, una commedia di Cesare Fabiano, anche sul palco con la compagnia ‘Boccascenah’, che per la prima volta si cimenterà sotto gli occhi del pubblico degli ex Salesiani.

Questa la trama: Assunta e Michele sono ormai felicemente nonni e attendono di festeggiare il loro anniversario di matrimonio nel fine settimana. Hanno già invitato i figli con i rispettivi coniugi, e una sorella di Assunta. Sarà nel dopopranzo che le cose si guasteranno: con il caffè giunge anche una notizia inattesa, e quel che succede rivelerà quanto i legami familiari molto spesso non siano idilliaci, e i parenti si trasformino facilmente in vipere pronte a mordere…

In primo piano ci saranno i classici ‘scheletri negli armadi’, e i sentimenti di fiducia che dovrebbero aleggiare tra persone legate da vincoli di sangue ora saranno soppiantati dal rancore, dalla bramosia dei soldi, dal sospetto!, e tutti i protagonisti della storia fanno emergere la loro vera personalità, falsa e frustrata.

Ciononostante, sarà una commedia comica, con tante occasioni di divertimento per il pubblico, almeno fino all’attimo in cui la risata morirà in gola: è preannunciata, infatti, una beffarda sorpresa a conclusione della storia.
A calcare le scene, con Fabiano, Guido Lomazzo, Filomena Meniero, Wanda Melia, Mariella Tissone, Isabella Schianto, Luca Cambiganu, Anna Maria Firpo, Marco Ventura e Rinuccia Belgrano.

A seguire, sabato 29 e domenica 30 ottobre, sempre nell’ambito della diciassettesima Rassegna teatrale 2016-2017: ‘Il girotondo dei sette peccati’, commedia di Roberto Leoncino con ‘La valigia del comico’ di Albenga, sotto la regia di Enrico Aretusi. Un testo che si svolge lungo la costante del numero ‘sette’: sette saranno gli incontri (più un finale per chiudere il cerchio) tra quattro uomini e quattro donne all’albergo Arcobaleno (dai sette colori), e nel giro di sette giorni. Sotto i brani delle sette note, la comicità avvolgerà gli spettatori che si confronteranno con i sette peccati con umana comprensione.

Per la compagnia di casa, ‘La Torretta’ di Savona, occorrerà attendere il 12 e 13 novembre, quando ci si immergerà in un’atmosfera d’altri tempi, sotto il titolo: ‘Vegia Savon-na’, ideazione e regia di Lorenzo Morena (nella foto d’archivio, gli attori del gruppo sul set de ‘La strana coppia’ di Neil Simon).
Appuntamento intanto, in questo week-end, con i ‘Boccascenah’ e i loro personaggi, dal politico di bassa tacca alla vamp di provincia, per terminare con chi è depressa e si chiama, ironia della sorte, Serena…