Savona, “Il lavoro lascia il segno”: visite gratuite lungo 5 itinerari cittadini

bazzino3Savona. Prenderà il via, venerdì 10 giugno alle ore 21.00 presso il cortile di Palazzo Santa Chiara a Savona, la manifestazione “Il lavoro lascia il segno”: tre giorni di festeggiamenti in occasione dei 70 anni della Cooperativa Bazzino.
La cooperativa Augusto Bazzino, nata nel 1946 come cooperativa di facchinaggio e movimentazione merci in ambito ferroviario, festeggia infatti nel 2016 i 70 anni di attività e per farlo ha ideato, unitamente allo studio di comunicazione Cadì, una manifestazione aperta alla cittadinanza, con l’obbiettivo di sottolineare il valore del lavoro e la sua capacità di tracciare segni e panorami.

Dal 10 al 12 giugno prossimi, la manifestazione “Il lavoro lascia il segno” offrirà quindi ai cittadini savonesi e non un percorso di riscoperta di luoghi legati alla tradizione, al lavoro, all’arte e alla cultura, strutturato in due serate pubbliche e un pomeriggio dedicato a visite gratuite lungo 5 itinerari cittadini alla ricerca delle testimonianze lasciate nel corso del tempo dagli uomini che hanno reso Savona la città che conosciamo.

L’idea da cui la cooperativa Bazzino ha preso le mosse è stata ricercare gli elementi poco noti, dimenticati o nascosti che hanno costituito la storia artistica, culturale, sociale e lavorativa della città e condividerli con i savonesi.

Navi015La manifestazione, promossa dalla Cooperativa Augusto Bazzino, vede la collaborazione della Diocesi di Savona-Noli, l’istituto scolastico ‘Rita Levi Montalcini’, e storici, esperti di cultura, arte e mestieri savonesi, unitamente allo studio di comunicazione Cadì.

“Il lavoro lascia il segno” «si prefigge di essere un mezzo per riscoprire quei luoghi della città in cui un lavoro, un’attitudine, un pensiero, un’appartenenza hanno lasciato segni tangibili o visibili, ma anche quei ‘segni’ immateriali che ne costituiscono il carattere e che fanno parte a pieno titolo della storia savonese e la caratterizzano. La celebrazione dei 70 anni di attività della cooperativa Bazzino intende far conoscere la storia dell’azienda e stimolare la città a uno sguardo su se stessa alla ricerca, scoperta o riscoperta di luoghi, attività del passato, frammenti di storia, cultura, lavoro, tradizione, coraggio che hanno contribuito a rendere Savona la città che è».

«Il desiderio è anche quello di rinfocolare un atteggiamento di appartenenza in grado di suscitare un’attenzione maggiore verso i ‘propri’ luoghi, la ‘propria’ storia, un’attenzione capace di tradursi in apertura e capacità attrattiva verso l’esterno, grazie ad una più forte consapevolezza di chi si è, elemento necessario per un migliore rapporto con la propria esistenza in un luogo, ma soprattutto come strumento efficace nella trasmissione verso l’esterno».

 

IL LAVORO LASCIA IL SEGNO | programma

  • INCONTRI PUBBLICI

VENERDÌ 10 GIUGNO | Palazzo Santa Chiara | h.21.00

Festeggiamenti e presentazione del programma della manifestazione IL LAVORO LASCIA IL SEGNO a cura della cooperativa Bazzino, Curia di Savona, insegnanti e allievi dell’Istituto Levi Montalcini.

La serata sarà accompagnata dalla proiezione di filmati d’epoca (fornita dall’archivio di Riccardo Ricco) e di foto antiche di Savona.

  • SABATO 11 GIUGNO | Palazzo Santa Chiara | h.21.00

La seconda serata sarà condotta da Silvio Riolfo Marengo, presidente della Fondazione Museo d’arte contemporanea Milena  Milani in memoria di Carlo Cardazzo di Savona.

L’asse di visita ‘virtuale’ attraverso cui Silvio Riolfo Marengo condurrà i partecipanti attraverso racconti, immagini e filmati, sarà quello che dalla Torretta conduce a Piazza del Popolo.

Nella stessa serata Paolo Pacini, funzionario dell’Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi di Savona-Noli, presenterà il progetto di ristrutturazione, attualmente in corso, del ‘Chiostro dei Morti’.

  • PERCORSI ALLA SCOPERTA DELLA CITTÀ NASCOSTA: SAVONA

DOMENICA 12 GIUGNO

A partire dalle ore 18 e fino alle 21 verranno attivati punti di incontro all’interno del cortile di Palazzo Santa Chiara da cui partiranno tutti i percorsi.

I PERCORSI permettono di effettuare delle visite gratuite lungo 5 itinerari tematici accompagnati da studiosi e dai giovani studenti delle cinque classi di 2a media della scuola Levi-Montalcini.

  1. IL PORTO | partenze h. 18.00 | 19.30 | 21.00

  • Cassari/ex Piazza delle Erbe (Brandale)
  • Fronte Priamar (ex Arsenale, distruzioni genovesi, ex borgo del porto)
  • Gru elettriche (ingresso dal retro delle attuali Officine Solimano)
  • Scalo di alaggio calafati (Vecchia Darsena)
  • Torretta (versi del Chiabrera, funivie, ex Camera di Commercio ecc.)
  1. SAVONA OTTOCENTESCA | partenze h. 18.00 | 19.30 | 21.00

La gestione del Tour è interamente affidato ai ragazzi e agli insegnanti dell’Istituto Levi Montalcini di Savona

  • Piazza Mazzini > Priamar (pavimentazione Ilva)

  • Palazzo delle Piane e vecchio Ospedale (direttrici delle vecchie mura)

  • Piazza Giulio II (le antiche vie)

  • Piazza Sisto IV / Comune (nuova sistemazione della piazza)

  • Piazza Marconi (Renata Cuneo e Fontana del Pesce)

  • Piazza Diaz / Teatro Chiabrera / Palazzo De Mari

  • Dalla Torretta alla vecchia stazione FFSS > Palazzo dei Pavoni e via Paleocapa; Piazza Mameli e Monumento ai Caduti; Piazza del Popolo (vecchia stazione)

  1. I LUOGHI NASCOSTI DI SAVONA | TREKKING URBANO | partenze h. 18.00 | 20.00

Il percorso conduce nei luoghi della città che recano tracce di antiche attività artistiche e produttive. È consigliato un abbigliamento comodo e l’utilizzo di scarpe da ginnastica. N.B. Il TREKKING URBANO ha la durata di due ore.

  • Le mura di cinta Medievali (Corso Italia/Via Sperone) e il Monticello (ora Via Paleocapa)
  • Via au Fossu (Teatro Chiabrera) e parte di Piazza del Popolo (parco De Mari)

  • Fabbrica di pipe (Via San Lorenzo)
  • Prolungamento> antiche industrie: navali, meccanica, Servettaz ex centrale elettrica
  • Priamar> la vecchia cattedrale
  1. IL DUOMO | ingressi h. 18.00 | 19.30 | 21.00

A cura della Diocesi di Savona-Noli. Il percorso religioso si concentrerà all’interno del Duomo e della Cappella Sistina. Verranno resi visibili gli affreschi staccati della Cappella Sistina, spesso nascosti al pubblico.

  1. SAVONA PARTIGIANA | partenze h. 18.00 | 19.30 | 21.00

  • Piazza Saffi: Palazzo Littorio e, nei pressi, sede della Questura di Savona.

  • Corso Italia: sede del Platzkommandatur tedesco e della redazione locale del giornale Il Lavoro.

  • Piazza Sisto IV e vie limitrofe: locali del Caffè Chianale e sede del Fascio di Combattimento di Savona.

  • Via Pia: sede del Consorzio Sbarchi, ufficio dell’avv. Cristoforo Astengo, sede della Camera del Lavoro di Savona e sede del Tribunale di Savona.

  • Via Famagosta: residenza di Sandro Pertini e di Cristoforo Astengo e luogo da cui partì da Savona, nel 1926, Filippo Turati.

COME PARTECIPARE

Per partecipare a uno o più degli itinerari è sufficiente inviare una mail all’indirizzo illavorolasciailsegno@gmail.com indicando:

  • Nome e Cognome

  • numero di telefono (per eventuali comunicazioni),

  • tour al quale si è interessati

  • indicazione di preferenza per l’orario di partenza fra quelli previsti

  • numero di partecipanti