Crisi e conflitto: ad Albenga incontro sulla mediazione familiare e il counseling

Palazzo OddoAlbenga. Venerdì 10 giugno, alle ore 17, presso la Biblioteca Civica “Simonetta Comanedi” di Albenga si terrà l’incontro dal titolo. “Crisi e conflitto. Mediazione familiare e counseling. Percorsi differenti della Scuola Genovese”. Relatori saranno la Porf.ssa Lia Mastropaolo, psicologa, psicoterapeuta, mediatrice familiare, Direttore della Scuola Genovese di Mediazione e Counseling “Il Metalogo” e Co-direttore del Centro Genovese di terapia della famiglia, e l’Avv. Gabriella Provaggi, membro dell’AIAF, associazione italiana degli avvocati per la famiglia e i minori. Introduce il Dott. Alfredo Sgarlato, psicologo e Presidente dell’Unitre Comprensoriale Ingauna.

La Scuola Genovese si rifà alla teoria sistemica elaborata negli U.S.A. da Paul Watslavick e poi rielaborata in Italia da Mara Selvini Palazzoli, la prima ad occuparsi da noi di anoressia, e quindi da Gianfranco Cecchin e Luigi Boscolo. Secondo la teoria sistemica elemento fondante della vita umana è la relazione, ed è all’interno di essa, e non nella singola persona, che si trova l’elemento che scatena il conflitto. Questo ha portato la scuola sistemica ad occuparsi di sistemi complessi come la famiglia e altre costruzioni sociali, mai viste però come patologiche ma come capaci di contenere in sé le risorse per il cambiamento.

Nella mediazione familiare in particolare si insiste sulla capacità dei singoli di mantenere la genitorialità quando il rapporto di coppia è finito, mentre il counseling sistemico si rivolge a gruppi più ampi, come la scuola o i gruppi di lavoro. Tema centrale, che sarà affrontato nella conferenza di venerdì 10, è il conflitto, situazione inevitabile nel percorso della crescita umana, e come affrontarlo in modo che sia portatore di risorse e non di vincoli o sconfitte. L’incontro è aperto a tutti ma è di particolare interesse per chi opere nel sociale, psicologi, avvocati, assistenti sociali, insegnanti.