Vertenza Piaggio Aerospace, Liguria: l’azienda rispetti gli accordi

aereo carta mano cielo xG00

Regione Liguria. Marco De Ferrari (Mov5Stelle) ha presentato oggi un’interrogazione, sottoscritta anche dai colleghi di gruppo Fabio Tosi, Andrea Melis, Gabriele Pisani, Alice Salvatore e Francesco Battistini in cui ha chiesto alla giunta di vincolare i 3,16 milioni di euro provenienti dalla Regione esclusivamente all’attività di ricerca ed al consolidamento dell’attività produttiva di tutti gli stabilimenti liguri di Piaggio Aerospace, «evitando la dispersione dei finanziamenti nel ripianamento dei debiti dell’azienda».

De Ferrari ha ricordato che nel dicembre 2015 la fabbrica di Sestri Ponente ha chiuso definitivamente e Genova ha perso 300 posti di lavoro e che attualmente vi sono 480 lavoratori a rotazione coinvolti dalla cassa tra Villanova e Genova mentre il 30 marzo 2016 nella seduta della III Commissione l’Assessore allo Sviluppo economico aveva dichiarato che verranno stanziati 3,16 milioni di euro, provenienti dal fondo “Ricerca e Sviluppo”, alle attività di ricerca di Piaggio Aero.

Per la giunta ha risposto l’assessore allo Sviluppo economico Edoardo Rixi il quale, dopo aver ricordato le ultime vicissitudini dell’azienda ed anche i differenti passaggi che hanno coinvolto la Regione, ha ribadito che l’investimento sarà mantenuto ed è finalizzato ad un progetto industriale importante. Ha precisato che ci sarà un’azione di verifica da parte della Regione, affinché l’azienda rispetti le clausole e la destinazione dell’investimento, pena la revoca stessa del finanziamento, in virtù di una precisa clausola, qualora l’azienda no rispetti i suoi obblighi. Rixi ha ribadito che mantenere l’investimento significa lanciare un segnale, anche al governo, sull’importanza e la vitalità del’azienda.

De Ferrari ha ribadito la necessità di investire su innovazione e sviluppo e di finalizzare a tal scopo i finanziamenti.

Vertenza Piaggio Aerospace spa: l’azienda rispetti gli accordi – Durante la seduta del Consiglio, all’unanimità è stato anche approvato un ordine del giorno sottoscritto da consiglierei di maggioranza e opposizione in merito alla vertenza Piaggio Aerospace. Nel documento si ricorda che lo scorso 15 aprile presso il Comune di Villanova d’Albenga, i sindaci della zona, i consiglieri regionali ed i parlamentari liguri hanno incontrato i rappresentanti dei lavoratori e le organizzazioni sindacali.

Durante l’incontro è emersa forte preoccupazione per la situazione di incertezza «dovuta al mancato rispetto degli accordi del giugno 2014 da parte dell’azienda, all’estensione dell’utilizzo della cassa integrazione , alla difficile situazione finanziaria, alla mancata conferma delle previsioni del piano industriale, e che l’interessamento e le verifiche in corso da parte di Finmeccanica prefigurano un quadro nuovo, del quale però non si conoscono attualmente possibili sviluppi».

Si chiede quindi alla giunta di attivarsi nei confronti del governo affinché si garantisca: un forte raccordo fra tutti i livelli istituzionali coinvolti nella vertenza e tra gli stessi e le forze sociali del territorio ligure; il richiamo nei confronti dell’azienda al rispetto agli accordi con i quali era stata definita una prospettiva industriale innovativa, anche a costo di ingenti sacrifici per i lavoratori interessato e con l’assunzione di responsabilità da parte degli enti locali; la necessità che lo Stato confermi la volontà di investire ancora sullo sviluppo del P1HH, ma a fronte di un impegno vero della proprietà, nel quadro di un solido progetto di livello internazionale; il mantenimento dell’integrità dell’azienda nei vari ambiti territoriali ed industriali; la revisione del programma di estensione della cassa integrazione, al fine di ridare funzionalità e continuità ad ogni ambito produttivo ed in particolare alla divisone motori; la conferma della prosecuzione della copertura degli ammortizzatori sociali per gli esuberi identificati dagli accordi del 2014 e degli impegni per la ricollocazione dei lavoratori interessati