Savona, presentato il protocollo d’intesa tra Upa e Carige

UPASV CARIGE

Savona. Un rapporto diretto tra impresa e banca, servizi su misura e tariffe agevolate. Sono alcune delle novità introdotte dal protocollo d’intesa tra UPASV – Unione Provinciale degli Albergatori di Savona e Banca Carige, presentato e firmato questa mattina nella sede dell’Unione degli Industriali, alla presenza di Luciano Pasquale, membro del Consiglio d’Amministrazione di Banca Carige e componente comitato crediti, Alessio Berta, direttore Area Territoriale Ponente di Banca Carige, Angelo Berlangieri, presidente UPASV, e Carlo Scrivano, direttore UPASV.

Il documento prevede numerosi servizi aggiuntivi e agevolazioni per i titolari delle strutture ricettive iscritte all’associazione. “Si tratta di un accordo che abbiamo ricercato con interesse e forza da entrambe le parti, negli ultimi mesi”, afferma il presidente degli albergatori Angelo Berlangieri. “La finalità è fornire a tutte le imprese associate un valido strumento per l’accesso al credito e per l’utilizzo dei servizi bancari, quali conti correnti, anche online, e POS. L’obiettivo è dunque mettere a disposizione delle imprese associate a UPA due tipologie di servizi: la possibilità di accedere al credito a tassi di interesse e condizioni di mercato che siano le migliori possibili, e l’opportunità di avere un servizio POS che non abbia costi se non il transato, ovvero con le spese di gestione completamente azzerate. Infine, ultimo ma non in ordine di importanza, il servizio personalizzato, che è ciò che fa la differenza quando hai a che fare con una banca del territorio come Carige, attraverso un referente con il quale interloquire, che conosca l’azienda e l’imprenditore, attraverso un contatto umano, personale: questo è uno dei punti di forza dell’accordo”.

Tra i benefici concreti per le imprese associate, elenca ancora Berlangieri: “Un rapporto diretto con la banca, una valutazione del merito creditizio che non sia basata soltanto su carta, numeri, macrodati, ma che si fondi sulla conoscenza personale. Inoltre, offrire servizi bancari, quali POS, conto corrente tradizionale e online a condizioni straordinarie, ai minimi del mercato; avere accesso al credito, sia per i finanziamenti a medio che a lungo termine, sia per le cosiddette aperture di credito, per far fronte alla liquidità a condizioni vantaggiose”.

La convenzione, ha affermato Luciano Pasquale, membro del Consiglio d’Amministrazione di Banca Carige e componente comitato crediti, “traccia la strada per un nuovo modo di lavorare, assieme a tutte le categorie economiche del savonese. Tra imprese bisogna conoscersi di più e fare sistema, anche per superare certe rigidità nell’assegnazione del credito”. Fondamentale, ha aggiunto, il ruolo della “banca del territorio”.

Soddisfazione anche da parte di Alessio Berta, direttore Area Territoriale Ponente di Banca Carige. “Questa convenzione rappresenta un interesse concreto, da parte dell’istituto, verso l’economia territoriale e verso il territorio. È un progetto fortemente voluto sia da Carige che da UPA, che prevede un cartello di prezzi a condizioni di favore che il nostro istituto desidera rivolgere verso un settore dell’economia che caratterizza fortemente la provincia. Si tratta di una serie di condizioni legate a forme tecniche di finanziamento che Carige mette a disposizione degli associati UPA, un pricing legati a finanziamenti e servizi. Il settore turistico è rilevante per il territorio e per Carige: i numeri sulle province di Savona e Imperia sono importanti, e questo è un passo di attenzione e sensibilità verso un ramo della economia da cui il nostro territorio non può prescindere”.