“Floranga”: al Palafiori di Sanremo la manifestazione organizzata dai Giovani di Confagricoltura Liguria

Margherite e cielo

Presentata stamane l’edizione 2016 di “Floranga” la manifestazione organizzata dai Giovani di Confagricoltura Liguria, che per due giorni “colorerà” la prestigiosa cornice del Palafiori di Sanremo.

Il sindaco matuziano, Alberto Biancheri, storico ibridatore e socio di Confagricoltura, ha voluto rimarcare nella conferenza stampa, che “il fiore è un’attrattiva incredibile per la città di Sanremo e per la Liguria intera”.

I fiori delle eccellenze liguri non costituiranno l’unica “attrattiva” della manifestazione “made in Confagricoltura”, in quanto all’abituale mostra si aggiungerà il concorso di decorazione floreale avente per tema la musica ed il forte legame tra quest’ultima ed i fiori.

La speranza, neanche tanto velata, dei Giovani di Confagricoltura, è che la manifestazione continui a crescere, come fatto negli ultimi anni, “sfondando” il tetto delle 10.000 presenze. Patrocinata da Regione Liguria e Comune di Sanremo, Floranga raccoglie le eccellenze dei massimi produttori liguri, che gratuitamente espongono per due giorni le produzioni al fine di “stupire” il pubblico di appassionati.

“Mi piace ricordare – ha detto in sede di presentazione il presidente ligure dei Giovani di Confagricoltura Roberto Fiumara– che la manifestazione ha avuto, nel 2015, un importantissimo riconoscimento, in quanto il Ministero dello Sviluppo Economico ha ‘premiato’ Floranga con l’emissione di un francobollo rientrante nella serie ‘le eccellenze del sistema produttivo ed economico’, editato in 1 milione e 600 mila esemplari”.

“Il concorso floreale abbinato a Floranga – ha sottolineato Fiumara – ha visto la partecipazione di oltre 50 aziende, provenienti anche dalla vicina Francia, che hanno arricchito la mostra che si estenderà sui 2.500 metri quadrati del Palafiori di Sanremo”.

Nella due giorni saranno presenti tutti gli “attori” della filiera florovivaistica, dal mondo della ricerca, pubblica e privata, alle scuole agrarie, dal Distretto Florovivaistico del Ponente Ligure alle realtà della commercializzazione.

Appuntamento alle 10 di sabato 2 aprile per l’inaugurazione, in un tripudio di profumi e colori.