Convenzioni per l’Unione dei Comuni Val Merula e Montarosio: via libera dalla Regione

2015_ISINDACI UNIONE VALMERULA_MONTAROSIO

Regione Liguria. Il Consiglio regionale ha approvato con 16 voti a favore (maggioranza di centro destra) e 14 astenuti (minoranza) la proposta di legge n 44, presentata dal Angelo Vaccarezza (FI) e dal collega del gruppo Claudio Muzio, che modifica la legge regionale sulla disciplina in materia di polizia locale.

Il provvedimento adegua la normativa regionale alle disposizioni nazionali attribuendo alle Unioni dei Comuni che fanno parte di province diverse le funzioni di “polizia municipale e polizia amministrativa locale”. In particolare l’intervento legislativo aggiorna la legge regionale 31 del 2008 sulla “Disciplina in materia di polizia locale” alle disposizioni della legge statale 135 del 2012, che definisce le funzioni fondamentali dei Comuni e le modalità di servizio associato di alcune funzioni e servizi comunali. La legge modifica anche gli articoli della stessa legge regionale n. 31 del 2008 nella parte in cui prevede ancora la presenza delle Comunità montane, ormai abolite.

Il provvedimento avrà ricadute positive, in particolare, sul funzionamento dell’Unione dei Comuni Val Merula e Montarosio, che comprende Comuni del savonese e imperiese (Andora, Cesio, Chiusanico, Stellanello e Testico).

Angelo Vaccarezza (FI) ha illustrato questo e gli altri due provvedimenti che ha presentato sottolineando l’importanza di adeguare la legge esistente alle nuove norme nazionali, come l’abolizione delle Comunità montane, agevolando la condivisione dei servizi da parte dell’Unioni dei Comuni.

Alice Salvatore (Mov5Stelle) ha spiegato l’astensione sul primo provvedimento perchè non risolverebbe le problematiche legate alle funzioni della polizia locale: «Sarebbe stato necessario un intervento più approfondito e dettagliato».

Convenzioni per la gestione dei rifiuti nell’Unione dei Comuni Val Merula e Montarosio – Approvata all’unanimità anche la proposta di legge 43 (iniziativa dei consiglieri Angelo Vaccarezza e Claudio Muzio di Forza Italia “Modifica alla legge regionale 24 febbraio 2014, n. 1 (Nome in materia di individuazione degli ambiti ottimali per l’esercizio delle funzioni relative al servizio idrico integrato e alla gestione integrata dei rifiuti)”.

Il provvedimento adegua la normativa regionale a quella nazionale, in modo da eliminare eventuali incompatibilità e problematiche interpretative. Il decreto legge 95 del 2012 prevede, infatti, tra le nuove funzioni fondamentali da conferire in Unione di comuni, “l’organizzazione e la gestione dei servizi di raccolta, avvio e smaltimento e recupero dei rifiuti urbani e la riscossione dei relativi tributi” e la legge regionale 1 del 2014 (Norme in materia di individuazione degli ambiti ottimali per l’esercizio delle funzioni relative al servizio idrico integrato e alla gestione integrata dei rifiuti) prevede la definizione degli ambiti territoriali ottimali per la gestione di servizi di gestione rifiuti urbani che la Città metropolitana e le Province possano individuare bacini di affidamento comprendenti anche unioni di Comuni situate in una diversa provincia. È il caso dell’Unione dei Comuni Val Merula e Montarosio, che comprende Comuni del savonese e imperiese.

Convenzioni per la protezione civile nell’Unione dei Comuni Val Merula e Montarosio – Il Consiglio regionale, infine, ha approvato oggi all’unanimità la proposta di legge 45 (iniziativa dei consiglieri Angelo Vaccarezza e Claudio Muzio di Forza Italia “Modifica della legge regionale 17 febbraio 2000, n. 9 (adeguamento della disciplina e attribuzione agli enti locali delle funzioni amministrative in materia di protezione civile e antincendio)”.

La legge adegua la normativa regionale a quella nazionale sopravvenuta. In particolare la legge regionale 12 aprile 2011, n.7 ha soppresso le Comunità montane liguri e il decreto legge 95 del 2012 prevede, tra le nuove funzioni fondamentali da conferire in Unione di Comuni, l’attività di pianificazione di protezione civile e di coordinamento dei primi soccorsi. L’articolo 1, comma 112 della legge 7 aprile 2014, n.56 stabilisce che, qualora i comuni appartenenti all’unione conferiscano all’Unione la funzione della protezione civile, spetta alla stessa Unione l’approvazione e l’aggiornamento dei piani di emergenza, e le attività di prevenzione.

Alla luce di queste disposizioni occorreva aggiornare la legge regionale 17 febbraio 2000, n.9 in materia di protezione civile ed antincendio eliminando all’interno di essa tutti i riferimenti all’ente giuridico della Comunità montana, ormai soppressa, introducendo quello dell’Unione di comuni, appartenenti al loro interno, eventualmente, anche a Province diverse.