La divertente commedia ‘Oscar’, questo fine settimana al Don Bosco di Savona

La strana coppia di N.Simon 3

di Laura Sergi – Savona. Sarà ‘Oscar’, commedia di Claude Magnier, a divertire il pubblico del teatro don Bosco di Savona, questo fine settimana, sabato 20 febbraio (ore 21) e domenica 21 (ore 16). Sul palco ci sarà il gradito ritorno della compagnia di casa, ‘La Torretta’, che sarà impegnata nell’unico titolo non in dialettale della sedicesima Rassegna, nella pratica un grande omaggio in vernacolo a Gilberto Govi, a cinquant’anni dalla sua scomparsa.

Questi gli interpreti: Aldo Curti, Marco Ventura, Gianna Marrone, Alessandra Crescini, Rosalba Bruzzone, Iris Merlino, Mimmo Basuino, Davide Gonella e Graziella Mottola; regia di Lorenzo Morena, scenografie di Paola Rebagliati e Eugenio Calleri, luci e musiche di Andrea Ghersi e Wilma Negro.

Un vivace impiegato della ditta di un imprenditore edile, una mattina si reca dal suo principale per confessargli che ama la figlia. Ma la situazione non è questa: in realtà, la figlia di Bertrand Barnier è innamorata dell’autista Oscar, e la ragazza di cui il contabile chiede la mano non è consanguinea del ricco titolare. Ma un altro problema si presenta sulle spalle del ‘povero’ padre: dovrà cercare di recuperare quei gioielli che sono stati comprati con il denaro rubato all’impresa dallo spasimante, ma chi ci metterà sopra le mani sarà invece una giovane cameriera di casa Barnier che, dovendo andare in moglie al Barone de la Boutimère, si licenzierà portando via per errore la valigia dove gli ori sono custoditi. Equivoci a non finire, quindi, fraintendimenti e scambi che si concatenano fra loro, mentre, su tutto, incombe l’incubo del fallimento della ditta…

A dar man forte alla comicità del testo di Magnier (20 gennaio 1920-20 giugno 1983), sottolineiamo che tutto questa sostituzione vorticosa di valigie, di fidanzati e fidanzate, nonché di figlie, si svolge nel giro di ventiquattr’ore!

Due le trasposizioni cinematografiche di questo testo: nel 1967 la interpretò il comico francese Louis de Funès (che curò anche la sceneggiatura con Magnier stesso) e, nel 1991, per la regia di John Landis, interpreti principali furono Sylvester Stallone e Ornella Muti.
A seguire, sabato 5 e domenica 6 marzo: ‘Trezze a töa’, commedia dialettale tratta da ‘Tredici a tavola’ di Marc Gilbert Sauvajon (celeberrimo per la sua ‘Anatra all’arancia’), con la compagnia Teatralnervi da Genova.
Ingressi a 8 euro, 5 per ragazzi fino ai 14 anni compresi

* Nella foto: ‘La Torretta’ impegnata ne ‘La strana coppia’, di Neil Simon, del calendario 2006.