Lavori di restyling e scuole sicure: iniziati i lavori nelle medie e primarie di Albenga

Le scuole sono chiuse per le vacanze estive e ad Albenga sono iniziati Tullio Ghiglione 4i lavori di messa in sicurezza. A spiegare il crono programma l’assessore ai Lavori Pubblici Tullio Ghiglione che spiega: «A seguito del provvedimento ministeriale deciso dal Governo Renzi, relativo alle scuole sicure, stiamo procedendo nei lavori di restyling su alcuni edifici scolastici. Il finanziamento ottenuto dal M.I.U.R. (Ministero università ricerca) che ne consente l’attuazione e’ avvenuto sui seguenti plessi:

– adeguamento e riorganizzazione aule e spazi di servizio delle scuole medie di via degli Orti (ascensore disabili, riqualificazione corpi bagno e straordinaria manutenzione varia) progetto esecutivo approvato dalla Giunta comunale il 23/10/2014 – assegnato tramite gara pubblica alla ditta Tripi di Albenga per un importo di € 113.574 – inizio lavori 23/6/2015 e ultimazione prevista entro l’inizio dell’anno scolastico.

– adeguamento scuola materna Campolau per opere antincendio – progetto esecutivo approvato in giunta comunale il 6/11/2014 – assegnato tramite gara pubblica alla ditta CEMA di Chiavari per un importo di € 139.726 – inizio lavori 8/6/2015 e ultimazione prevista entro l’inizio dell’anno scolastico».

«Entrambe le gare, come previsto dal bando, sono state effettuate entro entro fine del 2014 e gli importi finanziati incidono per l’80% dal MIUR e il restante 20% da fondi comunali”‘ conclude Tullio Ghiglione.

Aggiunge Maurizio Arnaldi, consigliere comunale con delega alle scuole: «le manutenzioni straordinarie sono un fattore determinante per la sicurezza delle scuole frequentate dai nostri figli, ritengo che debba esserci sempre una grande attenzione anche verso quella ordinaria. Proseguiremo quindi ad occuparci anche di prevenzione e di manutenzioni ordinarie. Vorremmo ripetere l’esperienza dello scorso anno dove per rinfrescare la pittura e fare altri piccoli interventi abbiamo utilizzato lo strumento delle borse lavoro messe a disposizione dell’assessore Simona Vespo che ha consentito non solo ai cantonieri comunali, ma anche a dipendenti in cassa integrazione di essere occupati in un progetto lavorativo in favore della comunità».