Loano: nuova stagione estiva per la rassegna “I Concerti dei Turchini”

Sabato 27 giugno, alle ore 21.00, a Loano, sarà inaugurata la nuova Ancillotti-Masistagione della rassegna “I Concerti dei Turchini”, organizzata dalla Confraternita delle Cappe Turchine con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo, Cultura e Sport del Comune di Loano.

Il programma di concerti di musica sacra saranno ospitati dall’Oratorio N.S. del SS. Rosario, piccola chiesa nel cuore della città, che conserva opere di grandi artisti dei secoli scorsi.

Ad inaugurare la stagione di concerti dedicati a “Le musiche dell’anima” sarà il duo flauto-pianoforte formato da Mario Ancillotti e Pier Narciso Masi.

Il programma della serata prevede l’esecuzione della “Sonata in Mi minore K304”di W. A. Mozart, “Introduzione, tema e variazioni su Ihr Blùmlein alle op.160” di F. Schubert, la “Sonata in sol magg op.13 n 2” di E. Grieg (trascriz. di Mario Ancillotti).

Mario Ancillotti è uno dei musicisti più rappresentativi italiani, sia nell’ambito del suo strumento che nella sua attività di organizzatore e direttore.

Si è formato al Conservatorio di Firenze dove ha incontrato grandi musicisti: Luigi Dallapiccola, Roberto Lupi, Quartetto Italiano, Piero Bellugi. Successivamente, a Roma, ha ricoperto insieme a Severino Gazzelloni l’incarico di 1° Flauto dell’Orchestra della Rai e successivamente di Santa Cecilia. Più tardi si è dedicato interamente all’attività solistica, collaborando con grandi musicisti: Accardo, Muti, Berio, Petrassi, Penderecki, Sciarrino, Henze, Canino, Spivakov, Giuranna, Dindo, Geringas e suonando sotto la guida di Maag, Bellugi, Cambreling, Bour, Soudant, Penderecki, Melles, Muhai Tang, etc.

La sua attività si è poi allargata con il complesso Nuovo Contrappunto di cui è direttore ed animatore. I progetti nati da esso, sono stati divulgati in Italia, Austria, Svizzera, Svezia, e sono stati incisi in due CD dedicati a Debussy, Ravel e de Falla nella doppia veste di direttore e di solista. E’ uscito recentemente un suo CD interamente dedicato a musiche bachiane per la rivista Amadeus, e l’intera opera per flauto per la Camerata Tokyo.

Pier Narciso Masi è attualmente uno dei rarissimi pianisti che abbia attraversato, nel pianoforte e nella musica da camera, ogni aspetto del grande repertorio. Innumerevoli sono i suoi concerti di musica da camera tenuti in ogni parte del mondo nelle più svariate formazioni. A questa attività egli affianca una nutrita serie di recital e concerti con orchestra articolati soprattutto in programmi classico-romantici. Didatta richiestissimo, partecipa a seminari e corsi di alto perfezionamento pianistici e/o cameristici, e svolge regolarmente attività di docente ospite per Master-Classico nei Conservatori di Stato.

La rassegna di musica sacra “Le musiche dell’anima” proseguirà fino al 6 gennaio 2016 con quattro concerti.

Sempre alle ore 21.00, il 27 agosto, saranno ospiti dell’Oratorio il duo voce e organo Karin Selva e Maria Cecilia Farina che presenterà il concerto “Sacra Harmonia”. Due i concerti in programma nel mese di settembre: il 19 si svolgerà il concerto “Clarinetto ed archi” con il Quintetto Meneghino e il 26 si potrà apprezzare il duo Petros Moschos – Dimitris Karidis che eseguirà il concerto di pianoforte a quattro mani “Duo pianistico Anthitesis”.

La rassegna si chiuderà il 6 gennaio 2016 con il “Concerto di Natale” de Gli Archi di Zinaida, che suoneranno nel pomeriggio alle 17.00.