Savona: torna alle Fornaci lo Scaletto senza Scalini

Quindici giorni di servizio in più rispetto agli anni precedenti: è Savona Scaletto senza scalini foto archivio 2013questo il “biglietto da visita” dello Scaletto senza Scalini 2015” intrapreso dalla Cooperativa Sociale Laltromare in collaborazione con e grazie al sostegno economico incrementato da parte dell’Amministrazione comunale di Savona che, in aggiunta quelli della Fondazione De Mari, della Fondazione Parodi, della Cassa di Risparmio di Savona e altri enti, hanno permesso di poter programmare l’inizio dell’attività lunedì 22 giugno 2015 per concluderla il 6 settembre 2015.

Obiettivo dichiarato della cooperativa è il raggiungimento delle tremila presenze: nei precedenti cinque anni sono state costantemente incrementate arrivando alle 2.252 dello scorso anno (nonostante una stagione climaticamente non proprio ideale).

Domenica 28 giugno è prevista la “Festa di inizio estate” (a cui seguiranno quella di “Mezza estate” a luglio e quella di “Fine estate” ad agosto): a partire dalle ore 18.00 verranno presentati i servizi, gli addetti (che, è bene ricordarlo, non si occupano soltanto dell’assistenza ai disabili, ma controllano la balneazione dalle 9 alle 19 di ogni giorno, svolgendo tutte le mansioni tipiche per la buona gestione della spiaggia) e che prevede al termine focaccia e un bicchiere di vino e di bevande analcoliche per tutti i presenti.

Sempre nell’ambito del medesimo progetto di sicurezza e assistenza ai bagnanti di concerto e con il sostegno dell’Autorità Portuale di Savona-Vado Ligure, l’Associazione Bagni Marini di Savona e Vado Ligure e Croce Rossa Italiana, partirà il servizio di assistenza presso la spiaggia libera localizzata in corrispondenza di Piazzale Eroe dei due Mondi attivo nei giorni di sabato e domenica a cura della Croce Rossa Italiana – Comitato Locale di Savona, mediante personale O.P.S.A. in contatto radio e telefonico con la Centrale Operativa del 118 di Savona, la Guardia Costiera e la Sala Operativa della Polizia Municipale, mentre nei giorni feriali analogo servizio sarà garantito dall’associazione Bagni Marini.

Tornando allo Scaletto senza Scalini e’ importante ricordare che scopo non secondario della Cooperativa è l’inserimento lavorativo riservato alle persone in area protetta: saranno ben cinque gli appartenenti alle categorie protette su 10 addetti in totale che lavoreranno allo Scaletto. Ogni turno di sei ore prevede la presenza costante di 5 bagnini che, oltre al brevetto obbligatorio, hanno partecipato al corso gestito dalla Cooperativa per l’apprendimento delle tecniche di sollevamento delle persone disabili (a tal proposito segnaliamo che venerdì 19 dalle ore 20, sempre allo Scaletto verrà tenuto l’ultimo corso di aggiornamento con l’utilizzo delle apparecchiature a disposizione della Cooperativa).

Anche quest’anno saranno otto le ore di assistenza alla balneazione degli utenti disabili della spiaggia: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 potranno fare bare il bagno in totale sicurezza.

Rinnovato anche il numero telefonico dedicato per contattare direttamente gli operatori dello Scaletto: telefonando allo 377 479 24 81 si potranno avere informazioni sulle condizioni meteo-marine e per preannunciare il proprio arrivo.

Il Sindaco di Savona Federico Berruti dichiara: “Savona ha un patrimonio importante dal punto di vista turistico, con il suo arenile naturale e un mare premiato da molti anni con la Bandiera Blu. Abbiamo voluto valorizzarlo attraverso servizi gratuiti, per la città e i turisti, con una valenza sociale ed economica. Il progetto dello Scaletto senza scalini racchiude in sé questi valori e rende viva una spiaggia storica e cara ai savonesi come lo Scaletto alle Fornaci”. l’Assessore all’Ambiente Jorg Costantino sottolinea “Il fatto significativo non è solo la conferma per l’estate 2015 della splendida esperienza dello Scaletto senza scalini e del presidio nella spiaggia davanti al piazzale Eroe dei Due Mondi, quanto l’aumento del periodo del servizio, ora attivo per 77 giorni. Tutto questo si integra con il nostro impegno sul tema delle spiagge che ha portato anche quest’anno alla conquista della Bandiera Blu”. Infine l’Assessore al Turismo Paolo Apicella afferma “Unire la valenza sociale a quella turistica credo sia prima di tutto un segno di grande senso civico nel solco della tradizione solidaristica della nostra città. Siamo grati agli altri enti partecipanti e alla cooperativa laltromare per l’impegno profuso, apprezzato dai savonesi e dai moltissimi turisti provenienti dall’Italia e dall’estero che attraverso lo Scaletto senza scalini hanno conosciuto Savona e il suo mare in modo accessibile a tutti”.

La Cooperativa Sociale LALTROMARE onlus è una cooperativa di tipo B che opera in ambito turistico-balneare e vanta un capitale umano di trenta soci di cui 14 appartenenti alla categorie protette (legge 68/99 e legge 104/92). Il CDA della Cooperativa è composto per due terzi da persone appartenenti alle categorie protette. L’obiettivo istituzionale della Cooperativa è quello di sviluppare con professionalità un modello sostenibile e funzionale di cooperazione sociale, dimostrando che, in assenza di ostacoli, l’handicap non esiste; far diventare una spiaggia pubblica un luogo di socializzazione e di utilizzo da parte di persone disabili e non, affinché ognuno possa “godere” della balneazione e del mare che è di tutti; promuovere un turismo intelligente ed alternativo sia per la varietà dell’offerta che per la valorizzazione del territorio; inserire e professionalizzare persone svantaggiate per trasformare lo svantaggio in una risorsa da impiegare nel contesto turistico balneare. Nel perseguire lo sviluppo di servizi di interesse generale, la Cooperativa agisce di concerto con le Istituzioni (Comunità Europea, Regioni, Comuni, Università, Uffici di Collocamento, Parchi Marini, Enti di Formazione) e rispetta quei valori di attenzione all’ambiente ed alle persone che costituiscono la sua mission.

1 Comment

  1. E quando ci sarà una spiaggia libera, almeno UNA, aperta agli animali?

I commenti sono bloccati.