Albenga, a Palazzo Oddo “Io (Soggetto sottinteso)”

q5di Alfredo Sgarlato – Quelli del Mercoledì è un compagnia teatrale diretta sa Silvana Ansaldo e attiva dal 2002, che solitamente mette in scena soggetti a tono leggero: stavolta, con “Io (Soggetto sottinteso)”, affronta invece un tema doloroso, quello della solitudine dell’Uomo e della paura che si prova nel viverla. Gli attori si presentano immobili, vestiti in maniera essenziale. Ognuno racconta la propria storia, ci sono l’assassino e la barbona, la donna libera e la sottomessa, la Traviata. Ognuno ha un dolore a cui deve sfuggire, magari sbagliando, come Gavilo Princip che uccide l’Arciduca d’Austria.

q3Nella seconda parte ogni personaggio assume i panni di Pierrot Lunaire, il solitario per eccellenza. Gli attori recitano versi di Albert Giraud, poeta francese simbolista, molti belli anche se chiaramente debitori al magistero di Baudelaire. Bella la scelta delle musiche, da quelle d’ambiente ai cantautori, mentre la scena, volutamente spoglia, solo un tavolino da bar, non è bene illuminata.

q1Il pubblico ha riempito la sala di Palazzo Oddo malgrado la serata, calda ma temporalesca, non invitasse ad uscire, e ha sottolineato lo spettacolo con numerosi applausi. L’incasso, a offerta libera, è stato devoluto alla UILDM. Chapeau a un gruppo di persone che ha scelto, ogni mercoledì, di fare teatro, invece di guardare la partita (che poi ormai ce n’è tutte le sere) o un programma di cucina e, come si suol dire, tanta m… per le prossime iniziative!

q6

q2

q4

*Foto di Ilario Navone