Club Rotary di Alassio e Albenga: presentazione del service sulla via Iulia Augusta

Ieri sera, presso la sala conferenze dell’hotel Dei Fiori, si è svolta la Rotary Panapresentazione, da parte della dott.ssa Pana Della Valle, dell’iniziativa promossa dai clubs Rotary di Alassio e Albenga sul recupero e divulgazione della via Iulia Augusta.

Costruita nel 13 a.C. per volere dell’Imperatore Augusto per collegare Roma alla Gallia meridionale, la via Iulia Augusta, nello splendido tratto tra Alassio e Albenga, costituisce un percorso storico naturalistico tra i più suggestivi della Liguria, di facile percorribilità e dai colori e dagli odori tipici della macchia mediterranea. Procedendo da Alassio verso Albenga, ancora nel territorio comunale di Alassio, troviamo l’inizio della necropoli della romana Albingaunum, risalente al I-II sec. d.C., i cui resti accompagneranno fino al termine del tragitto. Esiste ancora un tratto di strada con la caratteristica pavimentazione ad “opus incaertum”, che la Soprintendenza ai Beni Archeologici presume risalire al periodo della sua costruzione, con i marciapiedi laterali sopraelevati per consentire il transito delle persone a piedi e il passaggio di carri e cavalli al centro della strada.

L’iniziativa, sotto l’egida del Distretto Rotary 2032, che ha cofinanziato questo service, si è proposta e ha realizzato la pulizia della antica via Iulia Augusta, la cartellonistica stradale per raggiungere il tracciato antica da Albenga e da Alassio, il ripristino e la sostituzione della cartellonistica esplicativa dei monumenti funerari presenti lungo il tracciato, ammalorati e sbiaditi, e una nuova cartellonistica all’inizio del tracciato sia dal lato Alassio che dal lato Albenga. Inoltre è stata finanziata la ristampa del folder già prodotto dalla Soprintendenza ai Beni Archeologici, che sarà distribuito dai Comuni interessati e dalle strutture alberghiere del comprensorio.

Hanno partecipato alla pulizia della strada romana, in precedenza infestata da rovi e vegetazione, ed ora finalmente fruibile in tutta le sua interezza, numerose associazioni di volontariato, gli stessi soci dei due clubs Rotary, l’Ares e la Protezione Civile di Alassio.

Purtroppo circa a metà del percorso è presente una grande frana, che ne interrompe il percorso. Il Rotary ha individuato un percorso alternativo panoramico per superare la frana, consentendo quindi di percorrere per intero la antica via, utilizzando crose pedonali esistenti.

La via Iulia Augusta è una importante risorsa del territorio da divulgare e manutenere. E’ importante che i turisti possano conoscerla e frequentarla. Per questo motivo l’iniziativa dei clubs Rotary di Alassio e Albenga appare meritoria, e ha trovato il plauso e il cofinanziamento del Distretto Rotariano.

Al termine della serata il Presidente del Rotary di Alassio, dott. Vincenzo Raimondo, alla presenza del Presidente del Rotary Club di Albenga, dott. Giovanni Geddo, ha consegnato alla dott.ssa Pana Della Valle, che ha coordinato il service insieme al socio del club di alassio Alassio Carlo Cipollone, il caratteristico piatto delle ceramiche di Albisola con la ruota dentata del Rotary e l’immagine della Cappelletta del Porto di Alassio.