Ponte Primo Maggio, Melgrati (FI): “una soluzione per alleggerire il traffico sulla A10”

Nel fine settimana di Pasqua abbiamo assistito all’ennesimo Marco Melgrati B1 00intasamento dell’Autostrada dei Fiori nel pomeriggio e nella serata di Pasquetta con code chilometriche e turisti costretti stare per ore e ore incolonnati nel ritorno verso le città del Piemonte e della Lombardia. Questo, commenta Marco Melgrati (FI), «non è sicuramente un bene per il nostro turismo, e queste code chilometriche e le ore di incolonnamento costituiscono un deterrente per chi sceglie la nostra Riviera per questi ponti. Fino a quando chi viene dalle città Padane, che costituiscono il nostro tradizionale bacino di utenza, sarà disposti ad accettare che per venire in Liguria, soprattutto nel Nostro Ponente, per tornare a casa deve affrontare questi viaggi della “passione”?».

«Ma una soluzione, sicuramente non definitivamente risolutiva, ma di poco costo e di grande utilità, ci sarebbe, in attesa che la Politica trovi soluzioni strutturali, magari con la prossima Giunta Regionale di Centro-Destra, come la realizzazione della bretella Albenga-Carcare.- Predosa e la realizzazione, finalmente, della Gronda di Genova: utilizzare una delle due corsie in andata della Autostrada dei Fiori per il ritorno verso Savona. Basterebbe posizionare dei birilli al centro della carreggiata, come quando ci sono asfaltature e lavori che richiedono la chiusura di una delle due carreggiare, per avere tre corsie invece che due, effettuando lo scambio di carreggiata. Scambio di carreggiata che è già previsto, quindi senza opere, appunto per gli eventuali lavori».

«Una ricetta semplice, che se applicata, potrebbe alleviare i volumi di traffico del controesodo verso le direttrici padane. Il costo sarebbe solo quello del personale che deve posizionare i birilli di plastica. Ho scritto una email e una lettera al Presidente della soc. Autostrada dei Fiori. Speriamo che accolga la mia proposta, una proposta di buon senso a costo quasi zero. D’altronde l’Autostrada dei Fiori dovrebbe fare qualche cosa per migliorare il servizio. Una autostrada che è tra le più care d’Italia, gravata dal fatto che anche il carburante il Liguria è più costoso che in altre regioni, perché gravato dalle maxi accise regionali imposte dalla Giunta Regionale di Burlando e Paita», conclude Melgrati.