Portale “Formalavoro” della Provincia di Savona: per imprese e assunzioni incentivi e sgravi contributivi

Il portale “Formalavoro” della Provincia di Savona offre alle aziende Monica Giuliano - Presidente Provincia di Savonae alle imprese che vogliono assumere un importante strumento che li faciliterà nella ricerca e nella selezione del personale, tra gli iscritti nei Centri per l’Impiego, con incentivi e sgravi contributivi.

La novità rispetto al passato consiste nella possibilità di selezionare la totalità degli iscritti che, in base alle recenti normative, possiedono una dote in ingresso nel mercato del lavoro.

“Lo strumento, già attivo da alcuni anni, presenta da oggi un’importante novità ovvero la selezione di personale con incentivi e sgravi contributivi, dichiara il Presidente della Provincia di Savona Monica Giuliano. Infatti, oltre all’esonero contributivo, connesso indifferenziato per tutti i disoccupati che vengono assunti con contratti a tempo indeterminato così come stabilito dalla legge di stabilità 2015, si aggiungono altre due fondamentali opportunità”.

“La prima dote è uno sgravio contributivo per i  datori di lavoro che assumono soggetti disoccupati e beneficiari dell’Assicurazione sociale per l’impiego (AspI). A questi datori di lavoro spetta un contributo mensile del 50% dell’indennità che sarebbe stata corrisposta al lavoratore nella condizione di disoccupazione. La seconda dote è un incentivo destinato all’assunzione per giovani ammessi al programma “garanzia giovani” che risulta differenziato a seconda della tipologia contrattuale applicata, della sua durata nel caso di contratto a termine e del livello di profilazione del giovane.”

Consultare la banca dati è semplicissimo. Dal portale Formalavoro, disponibile sul sito web della Provincia di Savona, si accede all’area dedicata alle aziende e da qui alla ricerca  di personale: http://formalavoro.provincia.savona.it/azienda/listedisoccupazione

L’azienda può selezionare il Centro per l’Impiego in cui ricercare il lavoratore e optare per la verifica di alcune variabili personali del soggetto quali la cittadinanza di origine, la fascia di età, la conoscenza di lingue, il possesso di patente di guida o fra alcune variabili formative o professionali quali il livello di istruzione conseguito ed il relativo titolo di studio e ancora la recente qualifica professionale. La selezione dell’agevolazione consentirà di avere a disposizione l’elenco dei soggetti in possesso delle doti.