Albenga, premiati i vincitori del concorso “C’era una svolta”

Sabato 18 aprile 2015 al Teatro Ambra i vincitori della XVIII svolta1edizione del concorso letterario nazionale “C’era una svolta”, cui hanno partecipato oltre mille studenti, sono stati premiati dallo scrittore Carlo A. Martigli, che ha fornito l’incipit ai concorrenti delle scuole italiane e di quelle internazionali di Parigi e Mosca.

Fra i 21 finalisti provenienti da tutta Italia ed anche dal Liceo italiano di Parigi, la scrittrice ha commentato con particolare interesse i testi dei primi cinque classificati, lodandone lo stile e l’originalità.

Vincitrice del primo premio è Veronica Pisoni, studentessa del terzo anno dell’Artistico del Liceo Giordano Bruno di Albenga.

Al secondo posto si è classificato Leonardo Caldoni, (studente del quarto anno del Liceo Scientifico Volterra di Ciampino. Al terzo posto Sara Kebal (studentessa del quinto anno del Classico del Liceo Gandino di Bra). Quarto posto per Chiara Di Cienzo (quarto anno del Liceo Scientifico Romita di Campobasso) e quinto per Sofia Tafuri (del Da Vinci di Parigi).

Premi speciali per l’ingauna Elena Ricci (classe quarta del Classico del Giordano Bruno: premio speciale “Maria Maddalena Bruzzone” della giuria interna “per l’analisi della psicologia dei personaggi da cui traspare la notevole sensibilità dell’autrice”), per Patrick Balocco (classe terza scientifico Da Vinci Parigi: “per il finale a sorpresa che riabilita il genio di Leonardo” e per Lorenzo Romano (classe terza del Classico del Giordano Bruno: “per il gioco meta letterario da cui emerge una divertita ed ironica originalità”.

Consolidato negli anni nella formula che vede protagonisti attivi gli studenti delle scuole superiori italiane ed europee, il Concorso deve il suo successo al coinvolgimento dei partecipanti, chiamati a continuare un “incipit” scritto appositamente da un autore italiano famoso e renderlo proprio, sviluppando la storia tracciata dallo scrittore. Le passate edizioni hanno visto la collaborazione di autori quali Ernesto Franco, Nico Orengo, Bruno Morchio, Ernesto Ferrero, Lorenzo Mondo, Andrea De Carlo, Margherita Oggero, Enrico Remmert, Giuseppe Conte, Sebastiano Vassalli, Gianrico Carofiglio, Andrea Bajani, Simonetta Agnello Hornby, Umberto Eco, Michela Murgia, Cristina Rava e Paola Mastrocola.