Lutto: a Pietra l’ultimo saluto ad Augusto Rembado

di Claudio Almanzi – Si sono svolti ieri mattina a Ranzi, Augusto Rembadofrazione di Pietra Ligure, davanti ad una folla commossa, i funerali del giornalista Augusto Rembado. Alla toccante cerimonia hanno preso parte decine di sindaci del comprensorio ed esponenti del mondo politico ed imprenditoriale, conoscenti ed amici del noto giornalista. Presente tutto il mondo dell’informazione, decine di colleghi dei vari quotidiani cartacei e on line, operatori legati al mondo dell’editoria e delle radio e televisioni locali e regionali.

Fra i presenti c’erano anche Alessandra Costante, segretario dell’associzione ligure dei giornalisti e Marcello Zinola ex segretario dell’associazione ligure dei giornalisti.

Il giornalista era stato colto da un improvviso malore ed il decesso era avvenuto immediatamente l’altro giorno nei presi dell’abitazione a Ranzi. Il noto professionista de “La Stampa” di Torino aveva solo 58 anni. Sposato con la giornalista Marina Beltrame e padre di due figli già brillantemente laureati, Serena e Gabriele, aveva iniziato il suo lavoro di corrispondente a metà degli anni Settanta. Ha collaborato con passione anche a Radio Onda Ligure 101 della quale era direttore responsabile dell’area rigurdante le news.

Rembado aveva cominciato scrivendo di spettacoli e cronaca per Il Secolo XIX per poi passare alla Stampa. Firma di rilievo soprattutto per gli eventi che avvenivano tra Savona a Loano, aveva fondato l’agenzia Publipress a Pietra Ligure. Legatissimo al mondo delle radio fu promotore dei notiziari radiofonici di Radio Onda Ligure. Ebbe anche l’idea di creare e diffondere un giornalino intitolato ‘Perlestate’ che promuoveva la Riviera attraverso il calendario di tutti gli eventi estivi: ebbe un grande successo tanto da essere più volte imitato in tante altre zone e regioni d’Italia. Il caro amico “Gughi” ora riposa in pace nel delizioso e piccolo cimitero, della sua adorata frazione, adiacente alla chiesa di Ranzi.