Savona: Giunta approva messa in sicurezza del Letimbro, Regolamento utilizzo Campo Nomadi e altri progetti

(fp) – Savona. Dal Regolamento utilizzo Campo Nomadi alla messa in Francesco Lirosisicurezza del Letimbro, passando per l’illuminazione della pista ciclabile di via Stalingrado e la Copertura bocciodromo di via Famagosta. Di questo ed altro si discusso oggi nella seduta di Giunta. Dichiara l’Assessore ai Lavori Pubblici Franco Lirosi: “Oggi abbiamo approvato una notevole serie di progetti, lavori ed interventi (alcuni di grande impatto, come quello della messa in sicurezza del Letimbro) che impegnano continuamente questa Amministrazione e, specificatamente, l’Assessorato LLPP nella costante ricerca del miglioramento della città, per fornire agli abitanti ambienti sereni e più sicuri.”

1. Regolamento utilizzo Campo Nomadi – A metà degli anni 90 l’Amministrazione Comunale spostò l’area nomadi da c.so Mazzini a via Fontanassa e, da allora, non fu mai adottata alcuna norma regolamentare.
Attualmente è stato predisposto un progetto per la ricollocazione delle piazzole di sosta e la messa in sicurezza delle medesime, nonché il rifacimento della rete fognaria, idrica ed elettrica.
Una volta effettuati i lavori, ogni nucleo disporrà di un’area idonea ed autonoma.
Assieme al Regolamento sono stati predisposti anche il modulo per domandare l’accesso nonché quello che autorizza la sosta.
La bozza del Regolamento è stata lungamente discussa con i rappresentanti del cosiddetto Campo Nomadi e poi sottoscritta dai medesimi.
Le competenze ricadranno sul corpo di PM, con particolare riguardo alla attività di gestione e controllo.
Lo scopo è duplice: da un lato, porre quei cittadini in condizione di poter vivere normalmente e, quindi, ottemperare regolarmente ai loro doveri (pagamento canone occupazione suolo/pagamento di tutte le bollette/comportamento civile ed educato, ecc.). Dall’altro, evitare il perdurante danno erariale alla Amministrazione Comunale, oggi in posizione non idonea.
Il Regolamento è molto severo: chi non pagherà il canone per l’occupazione del suolo pubblico, o tutte le bollette ovvero chi non si comporterà con civiltà ed educazione all’interno del c.d. campo nomadi, verrà allontanato, se necessario anche ricorrendo alla forza pubblica.
Ora la pratica verrà sottoposta alla Commissione Consiliare Permanente e poi al Consiglio Comunale. Dopo di ciò, verrà presentato in Giunta il progetto completo dei lavori.

2. Illuminazione pista ciclabile di via Stalingrado – La Giunta Comunale nel 2010 aveva approvato il progetto “Riqualificazione urbana di via Stalingrado”, con un quadro economico di Euro 800.000,00. In tale progetto era già stata inserita la predisposizione di una linea interrata, completa di cavidotti, pozzetti di derivazione e plinti, in modo da consentire in seguito di completare con facilità il lavoro.
Con Deliberazione del 2012 la Giunta incrementava lo stanziamento del cap. 3104.15 di ulteriori 213.000,00 Euro.
La passeggiata è già stata completata e oggi, si è approvato l’intervento per l’impianto di illuminazione, per Euro 67.500,00 (di cui 17.000,00 per somme a disposizione).
Bisognerà ora esperire la procedura burocratica e, una volta terminata, si potrà procedere ai lavori
L’impianto consta di n. 32 pali di m. 5 fuori terra, corredati da proiettori a LED di potenza di 50 W e temperatura di 4.000 K e disporrà di interruttori automatici di tipo modulare, conformi alla normativa CEI EN.
La luminosità dell’impianto potrà essere regolata con il sistema della “mezzanotte virtuale”, con regolazione del flusso illuminante.

3. Piano di bacino. Messa in sicurezza del Letimbro. Allargamento del ponte di via Luigi Corsi – Nel 2008 i lavori del 1° Lotto – 1° Stralcio non raggiunsero completamente lo scopo (approntamento della quarta luce del ponte, riva levante, per il migliore defluire delle acque) a causa del ritrovamento dei resti del “ponte delle casse”. La Sovrintendenza ipotizzò il ricorso a idonei scavi per circa mesi 6. I lavori furono interrotti e ne risultò una economia di circa Euro 465.000,00.
Nel periodo 2009-11 furono terminati i lavori 1° Lotto – 2° Stralcio con una economia di circa Euro 883.000,00.
In sostanza, le globali economie di Euro 1.350.000,00 sono state giudicate ampiamente capienti per completare l’intervento del 1° Lotto – 1° Stralcio, quello non terminato.
I lavori saranno assai complessi e prevedono:
– realizzazione di una viabilità temporanea che da via L. Corsi, prima del ponte, porterà entro il terreno di Binario Blu e, a circa metà ponte, riprenderà normalmente;
– deviazione del traffico su tale viabilità per il tempo necessario per la realizzazione degli scavi archeologici;
– esecuzione degli scavi (si ipotizzano 6 mesi);
– realizzazione dell’allargamento del ponte e raccordo con l’argine a valle, già realizzato;
– ripristino viabilità normale su via L. Corsi;
– allargamento del tratto a monte, di proprietà di Binario Blu.
In data 27.11.12 la Sovrintendenza ai beni monumentali ha approvato il progetto.
I lavori cubano per Euro 700.000,00 di cui 447.000,00 per lavori e 253.000,00 per Somme a Disposizione.
Il cap. è il 3498.2 per circa: Euro 300.000,00 contributo regionale residui 2005 / Euro 176.000,00 contributi regionali residui 2007 / Euro 164.000,00 risorse proprie residui 2005 / Euro 58.000,00 risorse proprie residui 2007.
Tempo dei lavori 1 anno (dipendentemente se la Sovrintendenza permetterà la ripresa dei lavori dopo i previsti 6 mesi), dopo l’iterr burocratico.

4. Copertura bocciodromo di via Famagosta – Gli assessori Lirosi e Martino hanno presentato il progetto, in linea tecnica, per la copertura della bocciofila di via Famagosta.
Il quadro economico è di Euro 250.000,00 di cui 200.000,00 lavori e 50.000,00 somme a disposizione.
Si tratta di coprire 6 degli 8 campi, ricavando anche una ampia zona parking.
La copertura è in legno lamellare ad arco rivestita con telo in tensione pvc apribile, con pareti laterali scorrevoli. Si prevede la tribuna.
Particolare attenzione è stata posta per il rispetto della normativa relativa ai cittadini disabili.
L’impianto, che attualmente già comprende bar, cucina e sala riunioni, potrà ospitare manifestazioni varie del quartiere.
Si dovrà ora richiedere il contributo regionale (entro il 31.10.14). Una volta ottenuto il contributo, si procederà con l’iter burocratica e, infine, con i lavori (relativamente brevi).

5. Manutenzione ordinaria stabili comunali – Nel bilancio pluriennale 2015/16 si sono previsti Euro 900.000,00 di cui 660.000,00 per lavori e 240.000,00 per somme a disposizione.
Il progetto definitivo-esecutivo andrà in gara entro il 21.12.14 e dall’1.1.15 si potrà procedere agli interventi, segnatamente sugli edifici scolastici.