Sanità e disabili, Rosso / Melgrati (FI): “ennesima presa in giro per le famiglie”

“Ennesima presa in giro della Regione Liguria per chi, già penalizzato da Matteo Rossomodesta o inesistente assistenza per i proprio caro disabile che vive in famiglia e che oggi si vede ulteriormente penalizzato dalle scelte irresponsabili della Giunta Burlando. È apprezzabile, come da noi richiesto più volte in commissione sanità, la scelta di alzare il tetto del vincolo ISEE per permettere che più famiglie con disabili gravi a carico possano usufruire del sostegno a domicilio ma come spesso accade negli ultimi tempi dietro una buona idea si nasconde l’ennesima presa in giro” dichiarano i Consiglieri Regionali di Forza Italia Matteo Rosso, Medico e Vicepresidente Commissione Sanità e Marco Melgrati, Capogruppo.

“La decisione presa dalla Regione Liguria alla fine Luglio si riferisce alle persone che fino al 31 agosto dimostrano di avere un vincolo ISEE di 12.000 euro, che da settembre tornerà ad essere fissato con un tetto non superiore ai 10.000 euro; abbiamo raccolto in questi giorni numerose e legittime proteste di famigliari che ci hanno detto che è quasi impossibile in agosto, in pieno periodo di vacanze, trovare CAAF aperti per poter produrre un ISEE che agevoli l’accesso ai fondi messi a disposizione di coloro che si prendono cura dei propri cari tra le mura di casa” continuano Rosso e Melgrati.

“A questo punto ci chiediamo se la scelta dei tempi sia stata dettata dalla paura della Giunta di ricevere grandi numeri di richieste d’acceso ai quali la Regione sapeva di non riuscire a far fronte”. “Siamo molto amareggiati per il comportamento di questa Giunta, che ancora una volta ha dimostrato scarsa sensibilità nei confronti di chi ha bisogno, con iniziative che sarebbero lodevoli se non nascondessero ostacoli e impedimenti alla realizzazione di quanto promesso – concludono Rosso e Melgrati”.