Il comitato “Lo facciamo?” del PD chiede una “radicale revisione della legge elettorale regionale ligure”

Dopo lo stop di questa settimana all’iter della nuova legge elettorale Palazzo Regione Liguria scritta  fp1 x00regionale, è partita la campagna “Lo facciamo? – Cambiamo davvero la legge elettorale per la Regione Liguria”.

Il comitato promotore, composto per la maggior parte di giovani del Partito Democratico, sostenitori delle candidature di Alberto Villa e Federico Berruti alle primarie di coalizione del centrosinistra per la Presidenza della Regione Liguria, chiede con una lettera al Segretario regionale del PD, Giovanni Lunardon, di ripensare la legge attualmente proposta.

«Chiediamo di portare avanti una legge che preveda collegi uninominali, con doppio turno, sia per l’elezione del Presidente che per l’elezione dei Consiglieri regionali, che preveda la doppia preferenza di genere, il cui stralcio dalla bozza attuale ha giustamente sollevato polemiche, un limite di due mandati per tutti i componenti, Assessori, Consiglieri e Presidente, il limite massimo di 2 Assessori esterni e primarie obbligatorie per tutti” affermano i membri del comitato “Oggi vogliono cavalcare tutti l’onda del cambiamento partita con Matteo Renzi, ma noi chiediamo al Partito Democratico di mostrare davvero il coraggio di cambiare, e non di usare le parole “cambiamento” e “cambia verso” svuotandole del loro significato rivoluzionario per proporre quello che abbiamo già visto, all’insegna del gattopardismo, per questo nasce la campagna “Lo facciamo?”».

1 Comment

  1. Tale e tanta è la voglia di perpetuare questo regime che dura da 9 anni che siamo certi qualcosa vi inventerete, anche ricorrendo alle “larghe intese” (comunemente detto “inciucio”).
    Vi resterà sempre la carta delle nomine dei senatori dopo la manomissione della Costituzione.
    Di certo c’è lo spauracchio del M5S che non vi fà dormire sonni tranquilli…

I commenti sono bloccati.