Maltrattamenti RSA Vada Sabatia, Montaldo: “inammissibili licenziamenti dei dipendenti”

“La decisione della società Segesta di procedere al licenziamento dei Claudio Montaldo 00dipendenti che non sono dotati di una qualifica da OSS, operatori socio-sanitario è gravissima e conferma gli sbandamenti e l’azione ricattatoria con cui questa azienda sta gestendo una situazione molto complicata che scaturisce da una sua responsabilità”.

Parole del vicepresidente e assessore alla salute della Regione Liguria Claudio Montando appena appresa la notizia dell’avvio delle procedure di licenziamento di 70 dipendenti, da parte della società che gestisce la RSA Vada Sabatia di Vado Ligure, al centro di un’indagine per maltrattamenti e abusi sessuali a danno dei pazienti. L’assessore alla salute chiede la “revoca immediata delle procedure di licenziamento e il collocamento dei lavoratori in questione in funzioni idonee alle loro qualifiche , rinviando ogni atto ulteriore al confronto che si svolgerà martedì 3 giugno in Prefettura Savona”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*