Savona, ai Giardini dei Chinotti giochi fruibili anche da bambini diversamente abili

A Savona sono aperti a tutti i giochi fruibili anche da bambini diversamente 3 -Savona - Area Giochi Via Verdi 3abili presso i Giardini dei Chinotti in Via Verdi, grazie all’intervento dell’Assessorato ai Lavori Pubblici ed al sostegno della Fondazione A. De Mari.

L’intervento rientra nella programmazione triennale 2013-2015 in base al progetto Definitivo “Progetto fruibilità e condivisione nelle principali aree gioco della città di Savona”, approvato nell’ottobre 2013, che prevede l’installazione giochi fruibili anche da bambini diversamente abili in esistenti aree gioco cittadine e l’adeguamento delle stesse in termini di accessibilità e sicurezza arredi e giochi.

Il costo per la realizzazione degli interventi compresi nella programmazione triennale (che riguarderà anche l’arredo giochi sito nei Giardini di Via Brilla, Giardini delle Trincee, corso Vittorio Veneto, Giardini di Corso Colombo, Giardini Santuario, Giardini San Dalmazio) è pari a euro 109.000,00 di cui euro 90.000,00 come contributo della Fondazione A. De Mari ed euro 19.000,00 da avanzo di amministrazione del bilancio comunale 2013.

Come detto, il lavoro si è sviluppato grazie all’aiuto della Fondazione A. De Mari e consiste nel rendere accessibili anche ai bimbi diversamente abili le principali aree gioco cittadine, integrando o sostituendo i giochi esistenti con altri utilizzabili anche da chi ha problemi motori, visivi, sindrome di down, al fine della loro integrazione con i bimbi normodotati.

Tutti i giochi sono installati nel rispetto delle vigenti normative di sicurezza. L’intervento nei Giardini dei Chinotti di Via Verdi ha compreso: eliminazione di n. 6 vecchi giochi a capanna, nonché del trenino e del trono (obsoleti ed usurati); montaggio gioco polifunzionale con torri, rampa di accesso, scivolo, rete orizzontale; gettata in gomma antitrauma per area di caduta ed area di accesso (mq. 67), oltre a sottofondo a norma (mq. 84); posa di n. 2 pannelli gioco tipo tris, memory, labirinto oltre a n. 2 fiori parlanti; posa di n. 2 tavoli con panca, accessibili anche con sedia a rotelle.

Dichiara l’Assessore ai Lavori Pubblici Franco Lirosi: “ Voglio ricordare con forte soddisfazione alcuni aspetti. Il lavoro caratterizza e sottolinea lo spirito di vicinanza e di servizio che questa Amministrazione intende avere con i cittadini, nonostante le pesanti difficoltà finanziarie in cui versa oggi il Paese. Si tratta di giochi “anche” usufruibili dai bimbi disabili che, in tal modo, potranno esercitare una aggregazione sociale con i loro coetanei, talvolta di difficile effettuazione. Particolarmente, voglio sottolineare la generosa partecipazione della Fondazione De Mari e del suo Presidente, Avv. Romani, che ha prontamente accordato il contributo della Fondazione, proprio come, ugualmente, era accaduto in occasione del progetto “Detenuti al lavoro” di qualche anno fa”.

Dichiara l’Avv. Roberto Romani, Presidente Fondazione A. De Mari: “Abbiamo deciso di sostenere con un importante impegno economico questo progetto, perché si inquadra appieno nello spirito della Fondazione, impegnata nel raggiungimento dell’obiettivo di coesione sociale sul territorio, dando una risposta economica a progetti di tipo sociale che gli enti pubblici, a causa dei pesanti tagli alle risorse economiche, non riescono a realizzare. Questo progetto è particolarmente meritevole perché rappresenta un gesto di sensibilità verso i più piccoli e i più deboli”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*