Sen. Albano (PD): “Il bonus di 80 euro anche nella busta paga dei lavoratori frontalieri”

“Anche i lavoratori frontalieri, il cui reddito non superi ai fini IRPEF i Donatella Albano 0126mila euro sottratta la franchigia fiscale di 6700 euro, avranno diritto proporzionalmente al bonus di circa 80 euro in busta paga”, afferma la Sen. Donatella Albano del Partito Democratico, “una circolare recentemente diramata dall’Agenzia delle Entrate ha chiarito la questione”.

Tale circolare prevede infatti che l’erogazione dei famosi 80 euro in busta paga previsti dal Decreto Legge n.66 del 24 aprile 2014, siano estesi anche ai redditi da lavoro prestato all’Estero in Paesi limitrofi al territorio nazionale, tenendo conto della franchigia di 6700 euro stabilita con l’art. 1, comma 175, della legge n. 147 del 2013.

“Per i lavoratori il cui reddito non superi i 24mila euro annui avranno 640 euro in più in busta paga, per chi percepisca tra i 24mila e i 26 mila il credito di 640 euro spetta per la parte corrispondente al rapporto tra l’importo di 26.000 euro, diminuito del reddito complessivo, e l’importo di 2.000 euro” spiega la Sen. Albano, “nonostante i detrattori, si tratta della prima misura atta a sostenere diffusamente i consumi delle famiglie per rimettere in moto l’economia, ed è un successo del Partito Democratico”.