Elezioni, il candidato Sindaco Andrea Delfino (Cambiamo insieme Ortovero): presenta il programma ai cittadini

Il Gruppo Cambiamo insieme Ortovero e il candidato Sindaco Andrea Andrea Delfino e lista Cambiamo insieme OrtoveroDelfino incontrano i cittadini per presentare i candidati ed il programma elettorale: gli appuntamenti saranno entrambi alle ore 21.00, venerdì 16 maggio nel Centro sociale della Frazione Pogli e domenica 18 maggio nel Centro Enologico di viale alla Chiesa ad Ortovero.

“Saranno due occasioni importanti per incontrare tutti i cittadini che vorranno partecipare, per ascoltare le loro proposte ma anche le loro critiche e per presentare il nostro programma per i prossimi cinque anni”, afferma Delfino, “un programma possibile, senza false illusioni, che si baserà su alcuni punti principali: una variante urbanistica che anticipi nei tempi l’entrata in vigore del nuovo Piano Urbanistico Comunale che svincoli i terreni del Progetto golf dal punto di vista edilizio ma soprattutto fiscale; l’istallazione di un eco-compattatore: un raccoglitore di plastica ed alluminio, delle dimensioni di un frigorifero, ceduto al Comune in comodato d’uso gratuito dalla ditta costruttrice, l’impiego del quale, mediante la vendita diretta dell’80% del materiale raccolto, permetterà all’Amministrazione di praticare una riduzione della tassa sui rifiuti agli utilizzatori”.

Tra i punti del programma, anche “l’istallazione di dissuasori di velocità elettronici in ingresso ed in uscita dal territorio comunale e di attraversamenti pedonali rialzati sulla Provinciale 453, per garantire una maggior sicurezza del centro abitato; l’ampliamento del Cimitero comunale di via Oliveto oggi incredibilmente privo di aree per l’inumazione; il miglioramento delle attuali condizioni del nostro plesso scolastico per quanto riguarda la vivibilità degli ambienti e la mancanza di beni di prima necessità; la realizzazione di un museo diffuso che comprenda le emergenze architettoniche e culturali, ma anche le bellezze paesaggistiche del territorio comunale”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*