Alassio al Salone del libro di Torino: il saggista Andrea Kerbaker propone “Qualche idea per far leggere l’Italia”

“Siccome parlando di lettura si fa riferimento ad una grande leva sociale, Alassio relatori Salone libro Torino 2014necessaria non solo allo sviluppo culturale e civile di un Paese, ma anche alla sua crescita economica, trattare questo tema significa esprimere la consapevolezza che la lettura rappresenta un’importante scommessa per il futuro”.

Questo il filo conduttore della Lectio magistralis tenuta dal saggista e narratore Andrea Kerbaker al Salone del Libro di Torino. Il consueto appuntamento di approfondimento culturale promosso dal Comune di Alassio e dal Premio “Alassio centolibri – Un editore per l’Europa” non poteva non affrontare una tematica di estrema attualità, ovvero il calo di lettori registrato in Italia nel 2013. Un meno 3% che ha portato la percentuale di chi acquista libri nel nostro Paese al 43%, con differenze sempre più sensibili tra una regione e l’altra e con il Sud in posizione decisamente arretrata.

“Alassio – spiega l’assessore alla Cultura, Monica Zioni – ha fatto della promozione culturale un obiettivo prioritario, concretizzato in due premi nazionali che portano nella nostra città autori ed editori di primissimo piano. Un modo per raccontare i libri ai tanti che scelgono la Liguria quale meta per le vacanze, fornendo loro un’occasione di turismo culturale nel pieno della stagione estiva. Segno di una cultura viva, capace di attrarre il grande pubblico e di generare interesse”.

In linea con questa politica si colloca anche l’incontro al Lingotto Fiere: intitolato “Ma la noia no. Qualche idea per far leggere l’Italia”, puntava ad offrire un contributo di riflessione su metodi e idee nuove per accrescere la base dei fruitori di libri. La promozione delle iniziative e delle pubblicazioni locali è d’altronde la finalità principe della partecipazione della biblioteca civica Renzo Deaglio al Salone del libro con uno stand dedicato (il numero R129 del Pad 3) che resterà aperto fino a lunedì 12 maggio.

Per tutta la durata della kermesse letteraria nel capoluogo piemontese i visitatori potranno, tramite la compilazione di appositi coupons, votare i loro autori preferiti, contribuendo a designare il sesto finalista del Premio “Alassio centolibri – Un autore per l’Europa”.