“Per questo mi chiamo Giovanni – un fumetto per la legalità”: appuntamenti a Finale e Pietra

Due appuntamenti pubblici a conclusione del Progetto “Per questo mi giovanni Falcone A1 00chiamo Giovanni – un fumetto per la legalità” 21013-14, organizzato da Libera con la Bottega del Mondo di Finale-Loano.

Lunedì 5 maggio serata disegnante al Bar Ubuntu sul lungomare di Finale Ligure.

A partire dalle 19.00 i disegnatori Claudio Stassi e Giuseppe Lo Bocchiaro dipingeranno su legno i personaggi dei loro fumetti. Loro opere sono i fumetti su Giovanni Falcone, su Pio La Torre, Mauro Rostango usati nelle scuole del Savonese per il progetto “Per questo mi chiamo Giovanni”.

Alle 21 il giornalista e sceneggiatore di fumetti Marco Rizzo parlerà dei “Tempi della giustizia italiana nei delitti di mafia”, affiancato dallo scenenggiatore Nico Blunda. In particolare si racconterà il caso Mauro Rostagno, assassinato 26 anni fa dalla mafia a causa delle sue inchieste televisive. Nei prossimi giorni potrebbe esserci la sentenza. Un processo con storia di depistaggi e ritardi simile a quella di Peppino Impastato e di Ilaria Alpi, altre due storie a cui sono dedicate storie a fumetto sceneggiate da Marco Rizzo.  Per chi volesse si può cenare alle 20 (bio-equo-km0), ma bisogna telefonare per sapere la disponibilità di posti allo 0192512424.

Martedì 6 maggio mostra-premiazione al salone Polifunzionale di Pietra Ligure, via Rosselli, zona Soccorso.

A partire dalle 17.00 si potranno vedere i lavori prodotti dai ragazzi per il progetto “Per questo mi chiamo Giovanni”, a conclusione di un anno di lavoro, in cui hanno letto fumetti sulla lotta alla mafia ed hanno incontrato giornalisti esperti di mafia.

Alle 18 gli autori dei fumetti premieranno i migliori lavori. I ragazzi racconteranno il lavoro fatto in rapida successione e gli autori sceglieranno sul momento i vincitori dei premi. Alle tre classi premiate saranno donati dei fumetti offerti dalla casa editrice Becco Giallo e dalla Fondazione Pio La Torre, bandiere e spille offerte da Libera, e dei buoni acquisto offerti dalle Librerie Ubik di Savona e Albero Azzurro di Albenga.

Oltre agli incontri pubblici la conclusione del progetto prevede tra il 5 ed il 7 maggio numerosi incontri (20) nelle scuole del savonese. Gli autori incontreranno le classi che hanno letto i loro fumetti durante l’anno. Coinvolte le elementari del comprensivo di Pietra Ligure, Vado, Cengio e Savona; le scuole medie di Albenga, Leca, Vado, Savona, Millesimo e Varazze; il liceo di Finale, il Grafico di Savona e le scuole professionali di Albenga (ELFO) e di Carcare.

Al termine degli incontri gli autori si sposteranno a Sarzana, dove il lavoro nelle scuole proseguirà sino a venerdì in un progetto voluto dal Comune di Sarzana insieme alla Fumetteria Comichouse ed a Libera Sarzana.

Per chi volesse seguire il progetto su FB si rimanda alla pagina https://it-it.facebook.com/ProgettoPerQuestoMiChiamoGiovanni201314‎

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*