Alassio, Consiglio approva modifiche regolamento al nido comunale Piccolo Principe; assessore Zioni: “Servizio più vicino ai bisogni delle famiglie”

Cambia il regolamento dell’asilo nido comunale “Piccolo Principe”: il Monica Zioni 2013Consiglio cittadino, riunitosi lunedì 14 aprile, ha deliberato alcune modifiche alle norme che regolano il funzionamento della struttura, operativa dal 2000.

Il provvedimento, illustrato dal vice sindaco nonché assessore alle Politiche sociali, Monica Zioni, rientra nella natura del servizio “volto a favorire – come recita il regolamento – in collaborazione con la famiglia, l’armonico ed equilibrato sviluppo psico-fisico e sociale del bambino dai dieci mesi fino al terzo anno d’età”.

In quest’ottica muovono le modifiche concertate in sede di Comitato di Gestione ed esaminate dall’assemblea cittadina. Si tratta di variazioni nominali (quali la dizione di asilo nido trasformata in nido d’infanzia secondo il dettato della normativa regionale) e sostanziali: l’età di accesso dei piccoli ospiti scende dai precedenti 12 agli attuali 10 mesi di età ed viene prevista un’ulteriore flessibilità dell’orario di frequenza, in precedenza distinto in tempo pieno (dalle 7.30 alle 17.30) e tempo ridotto (dalle 7.30 alle 13.30). La delibera consiliare fissa quattro tipologie orarie, così definite: mattino corto (entrata 9-9.30 ed uscita 13-13.30); mattino pieno (entrata 7.30-9.30 ed uscita 13-13.30); giornata corta (entrata 9-9.30 ed uscita 15.30-16); giornata piena (entrata 7.30-9.30 ed uscita 16.30-17.30). Si ampliano anche le possibilità di iscrizione: le famiglie potranno presentare domanda durante tutto l’anno anziché nel solo mese di giugno, utilizzando anche la nuova modalità di posta elettronica certificata.

“Linea guida del provvedimento è la volontà di fornire un servizio capace di rispondere ai bisogni delle famiglie alle prese con una società in continua evoluzione”, dichiara l’assessore Zioni: “il servizio offerto dal nido d’infanzia si adatta quindi alle nuove esigenze ed affianca i genitori nei compiti educativi. Ecco allora l’abbassamento dell’età di accesso dei bambini, la crescente flessibilità dell’orario a vantaggio delle mamme e dei papà che lavorano ed una procedura di iscrizione più agevole ed immediata”.

Novità anche in materia sanitaria: sulla base delle recenti disposizioni dell’Asl 2 savonese viene eliminata la necessità di presentare la certificazione medica delle vaccinazioni obbligatorie. Il regolamento introduce, infine, l’applicazione dell’Isee per la determinazione delle rette di frequenza operativa a partire dall’anno scolastico 2014-2015 e la figura del Coordinatore pedagogico di Distretto socio-sanitario nell’ambito del Comitato di Gestione, come previsto dalla Regione.