Riviera e Parco del Beigua, eccellenza ambientale di Liguria: ecco le… istruzioni per l’uso del Geoparco

Riviera e Parco del Beigua, eccellenza ambientale di Liguria, salutano copertinabeigual’arrivo della bella stagione con un agile volumetto con tutte le “istruzioni per l’uso” di un comprensorio unico.

La guida – 64 pagine a colori – presentato in mattinata in Regione Liguria dal presidente del Parco Naturale del Beigua Dario Franchello, con gli assessori regionali al Turismo e allo Sport Angelo Berlangieri e Matteo Rossi, anticipa gli oltre 250 appuntamenti della primavera e dell’estate nei diciassette Comuni del comprensorio della Riviera e del Parco del Beigua, con l’invito al viaggio dentro il Geoparco e le attività di birdwatching.

Il Beigua è una delle aree di maggiore interesse ornitologico a livello nazionale ed internazionale per il fenomeno della migrazione dei rapaci, cui si aggiungono il Santuario dei Cetacei nel tratto di mare di fronte alla Riviera del Beigua, l’Orto Botanico di Villa Beuca a Cogoleto, il Giardino Botanico di Pratorondanino a Campo Ligure.

La guida comprende i centri visita e dei punti Informativi del Parco e una carrellata sui tanti musei e delle esposizioni permanenti che arricchiscono tutti Comuni del distretto turistico, oltre ad alcune mete di inestimabile valore storico-culturale, dalla Badia di Tiglieto del 1120 (la prima abbazia cistercense costruita fuori dai confini di Francia), ol medievale Castello di Campo Ligure, dall’ottocentesco Eremo del Deserto di Varazze al Forte Geremia sulle alture di Masone e dalle antiche Fornaci di Cogoleto alle altre mete di interesse turistico-religioso come il Santuario del Bambin di Praga ad Arenzano ed il Santuario dell’Acquasanta in Val Cerusa.

Nel corso della presentazione della guida, la regione Liguria, con l’assessore allo sport Matteo Rossi, ha annunciato di lavorare per organizzare, a partire dal 2015, le Olimpiadi degli Sport outdoor della Riviera e del parco del Beigua: golf, nordic walking, mountainbike, sfruttando la sentieristica e le piste ciclabili litoranee, canoying, orienteering, parapendio e arrampicata sportiva. E ancora: pesca sportiva, sport da sabbia, vela e equitazione.

Sono solo alcune delle discipline praticabili in Liguria, dalle montagne al mare, che permettono a questo territorio di consolidare a livello internazionale le opportunità turistico-sportive di un vasto comprensorio che lega importanti centri costieri a un entroterra ancora in parte da scoprire e da valorizzare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*