Liguria: estetisti e acconciatori potranno affittare parte dei propri locali ad altri professionisti

Buone notizie per gli estetisti e gli acconciatori della Liguria, che potranno Olimpio Marcello okfinalmente affittare ad altri professionisti del settore gli spazi all’interno del proprio locale: il ministero dello Sviluppo economico ha adottato una circolare in cui viene chiarito il cosiddetto “contratto di affitto di poltrona e di cabina”.

Si tratta di un importante passo in avanti su un tema molto sentito da entrambe le categorie, che consentirà di incentivare imprenditorialità e iniziativa personale di estetisti e acconciatori del territorio. «Da una parte – spiega Gloriana Ronda, presidente regionale Acconciatori di Confartigianato Liguria – anche i giovani professionisti potranno avviare la propria attività a fronte di una spesa commisurata alle proprie necessità e, dall’altra, l’affitto della poltrona da acconciatore o della cabina da estetista potrà migliorare la redditività dell’impresa sfruttando magari una parte di locale poco utilizzata. Un vantaggio considerevole in tempi di crisi». «Ma non si deve pensare che questa normativa abbassi il livello qualitativo delle professioni – aggiunge Olimpio Marcello, presidente regionale Estetiste di Confartigianato Liguria – Estetisti e acconciatori che prenderanno in affitto poltrone e cabine dovranno rispettare le regole vigenti: per questo i consumatori saranno tutelati sia dal punto di vista qualitativo, sia sotto l’aspetto sicurezza. Senza contare il grosso incentivo alla concorrenza che potrà rappresentare solo un vantaggio per i consumatori stessi».

L’affitto di entrambe le postazioni sarà possibile solo a estetisti e parrucchieri in possesso dei titoli che li abilitino all’esercizio della professione: è l’unica condizione posta dalla circolare ministeriale. Per ciò che riguarda invece l’aspetto igienico, il “consiglio” del ministero dello Sviluppo economico è quello di evitare l’utilizzo indistinto degli strumenti da parte dell’affittuario e del proprietario del locale.

In un periodo di forte crisi, la normativa darà un forte contributo all’economia delle 1.002 imprese di estetica e dei 2.926 saloni di acconciatura della Liguria. La maggior parte sono nella provincia di Genova (465 estetisti e 1.405 acconciatori), seguiti da Savona (che conta 199 estetisti e 622 parrucchieri), Imperia (rispettivamente 172 e 461) e infine La Spezia (166 estetisti e 438 acconciatori).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*