Lutto ad Alassio per la scomparsa di Sergio Gaibisso; il ricordo di Melgrati

Lutto ad Alassio per la scomparsa di Sergio Gaibisso, ricoverato al reparto Sergio Gaibissodi rianimazione dell’Ospedale di Albenga. Già sindaco di Alassio, per anni responsabile tecnico della federazione, prima di diventare il “Presidentissimo” della FIV, ha presieduto per anni il Circolo Nautico Al Mare di Alassio negli anni del suo massimo splendore.

«Caro Sergio, maestro e amico, te ne sei andato in silenzio, senza rumore, come era nel Tuo carattere, un poco burbero e molto pratico»: «Ho avuto il privilegio di averlo come “maestro”», ricorda il consigliere regionale Marco Melgrati, architetto; «infatti per anni abbiamo lavorato fianco a fianco, tecnigrafo contro tecnigrafo, prima dell’avvento dei computer; mi ha insegnato a disegnare, già da adolescente, quando d’estate, in vacanza dal liceo artistico, cominciavo ad avvicinarmi al mondo della progettazione, prima con l’arredamento poi con l’architettura. Un grandissimo professionista, con opere esposte alla Triennale di Milano».

«E io – prosegue Melgrati – gli volevo bene, anche quando “spariva” per mesi dall’ufficio, lasciandomi con progetti da completare e clienti che chiedevano notizie, perché Lui “doveva” andare alle preolimpiche o alle Olimpiadi, perché la vela veniva prima di tutto. Con Lui, grande gourmet, con mio padre e mio cugino Giuseppe, il nostro falegname, Suo esecutore e terminale dei suoi scherzi bonari, abbiamo fatto mangiate inenarrabili, che chiudeva sempre con un grande contenitore di gelato, di cui era particolarmente goloso. Quanti pranzi di Natale o di Capodanno abbiamo fatto insieme, e a volte, dopo aver trascorso la festa con la Sua famiglia, con il fratello e i nipoti, arrivava e ricominciava a mangiare dall’inizio. Che tempi!».

«E i consigli, quando ho fatto il sindaco, quando ha sposato la lista concorrente, dandomi un dolore grandissimo, ma sempre, fino all’ultimo, controcorrente, con quel suo modo burbero, con gli occhi bassi, con quel tono “brontolone”. Sergio è stato uno di quegli uomini di livello superiore, a volte non capito, che ha portato il nome di Alassio nel mondo, sempre con fierezza e amore. Ti ho voluto bene Sergio… e ci mancherai».

Cordoglio anche dall’assessorato allo Sport della Regione Liguria. «Apprendo con dolore della scomparsa di Sergio Gaibisso, ex Sindaco di Alassio e grande uomo di sport,  per anni Presidente della Fiv e del Circolo Nautico al Mare di Alassio. Una perdita per tutto il mondo agonistico, per la Liguria e per tutti coloro che credono nel valore sociale ed educativo dello sport», le parole dell’assessore Matteo Rossi: «La vela è una disciplina che fonda le sue radici nella nostra tradizione marinara, con il suo spirito d’avventura e la voglia di viaggiare, ma soprattutto l’amore e il rispetto per il mare e per il territorio circostante. Sergio Gaibisso rappresentava tutto questo».