Genova: arrestato funzionario Agenzia delle Entrate, forse un giro di tangenti

(fp) – Scattate le manette oggi per un funzionario dell’Agenzia delle Entrate di euro generica 00Genova, R.P., per reato di concussione. Secondo fonti del chiavarese, dove risiede l’imputato, le indagini sarebbero seguite a una denuncia di un imprenditore vitivinicolo, il patron delle cantine Bisson Piero Lugano, dopo la richiesta di una tangente per evitare controlli fiscali.

“In questo momento – ha commentato Alberta De Sensi, Direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate Liguria – la priorità è accertare la verità dei fatti e tutelare in tal modo la serenità dei nostri funzionari che operano ogni giorno con onestà e impegno”.

La Direzione regionale della Liguria dell’Agenzia delle Entrate ha offerto la massima collaborazione all’Autorità giudiziaria per far piena luce sulla vicenda. Appena ricevuto il provvedimento dell’Autorità giudiziaria “l’Amministrazione assumerà tutte le misure contemplate dalla disciplina legale e contrattuale, che in casi come questi consente il licenziamento, per tutelare se stessa e la dignità dei propri dipendenti che operano onestamente e scrupolosamente”.

L’Agenzia delle Entrate “condanna con risolutezza qualsiasi comportamento disonesto e da anni orienta i propri sistemi di controllo interno nell’individuazione e prevenzione di ogni possibile abuso con particolare riferimento ai potenziali comportamenti fraudolenti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*