Festival di Sanremo, Albenga ha portato fortuna a Zibba, premiato dalla critica (II)

di Fabrizio Pinna – Un feeling particolare quello che lega il “varazzino” Zibba ad Albenga: i suoi concerti nel 2009 e 2012 al Festival Su la Testa, diventato uno degli appuntamenti musicali più importanti del ponente ligure sotto la direzione artistica del cantautore ingauno Davide Geddo e l’associazione Zoo, la partecipazione nel 2011 al festival musicale “Contagi” organizzato dai giovani dello Yepp di Albenga e, nel maggio 2013, alla prima edizione della Fim – Fiera Internazionale della Musica che si è tenuta a Villanova, sono solo alcune delle date più significative che molti ricordano con piacere.

E non a caso Zibba ha scelto proprio Albenga per girare il video promozionale di “Senza di te” (che sfiora già le 60.000 visualizzazioni sul solo canale youtube), la canzone che ha portato tra le nuove proposte al Festival di Sanremo, registrato a villa Oddi a Bastia con la regia di Gabriele Lupo (giovane fotografo e video maker di talento che sempre ad Albenga l’anno scorso ha curato il clip musicale “Angela e il cinema” di Geddo e un video per la campagna civile contro la violenza sulle donne, One billion rising).

In parte penalizzato anche un po’ nel voto tra il “grande pubblico” dall’emozione – particolarmente visibile mercoledì sul palco dell’Ariston – la vittoria del premio Luzzati è andato al giovanissimo e bravo rapper 18enne salernitano Rocco Hunt con “Nu juorno buono”.

Ma se delusione c’è stata, ed era molta anche in città, le giurie di esperti presenti al Festival di Sanremo hanno comunque riequilibrato i valori, con la doppia assegnazione a Zibba e alla canzone “Senza di te” – tra le migliori in assoluto, nell’edizione di quest’anno – dei premi della critica “Mia Martini” e della stampa “Lucio Dalla”.

E felicitazioni non potevano non arrivare anche dai Fieui di caruggi di Albenga, che nel loro muretto portafortuna “E ghe mettu a firma” hanno inaugurato l’ottobre scorso una piastrella proprio a Zibba e agli Almalibre, oltre che a un altro protagonista di Sanremo 2014, Cristiano De Andrè.

“Cominciamo a credere di portare davvero fortuna!”, commentano divertiti i Fieui di caruggi nella cantina di Vico del Collegio, dove sono già in corso i preparativi per il Premio Fionda di legno 2014, anche se le bottiglie di pigato e rossese aperte sul tavolo lasciano intendere che i lavori Festival di Sanremo Zibba con i due premi della critica 2014di organizzazione abbiano lasciato lo spazio a qualche festeggiamento.

“E come non essere entusiasti – sorridono i monelli dei vicoli – del successo di Cristiano De Andrè e di Zibba al Festival di Sanremo? È ben vero che non hanno vinto, ma hanno ottenuto due riconoscimenti di quelli pesanti, prestigiosi”. In effetti il premio della critica “Mia Martini” è per gli appassionati di musica il trofeo forse più ambito, perché assegnato da una giuria di esperti, solitamente molto attenta ed esigente. “Perciò – concludono i fieui – siamo davvero orgogliosi di avere ospitato Cristiano e Zibba ad Albenga e nella nostra cantina pochi mesi fa in occasione di “Ottobre… De Andrè”. Anzi fate girare la voce che portiamo bene: così arriveranno in tanti…”.