Sentenza Tar su ospedali Cairo e Albenga, Vazio: “pietra tombale su un certo modo di fare politica e gestire la sanità”

"Oggi la sanità ligure subisce un colpo mortale per opera del duo Toti-Viale"

Franco Vazio

Albenga | “L’Ospedale di Albenga e l’Ospedale di Cairo non siano terre di conquista”, dichiara il deputato ligure del Pd Franco Vazio in merito all’accoglimento da parte del tribunale amministrativo regionale del ricorso presentato dal Policlinico di Monza contro l’affidamento della gestione degli ospedali di Cairo Montenotte e Albenga all’Istituto Galeazzi. La “sentenza del TAR Liguria – afferma Vazio – mi da ragione e mette la pietra tombale su un certo modo di fare politica e gestire la sanità, che privilegia ‘il privato’ e strizza l’occhio alla vicina Lombardia. Soprattutto in giorni in cui tutti hanno visto la fondamentale importanza della Sanità pubblica e lo straordinario lavoro dei medici e degli infermieri che proprio nel pubblico hanno salvato la vita dell’Italia e degli Italiani. Questa sentenza mette a nudo la disfatta colossale della Giunta regionale”.

Secondo il deputato ingano “Gli ospedali di Albenga e di Cairo sono avviati al disastro: non si può assegnare a chi ha vinto la gara, perché essa è annullata e non si può neppure farne una nuova perché la sentenza non è definitiva. Oggi la sanità ligure subisce un colpo mortale per opera del duo Toti-Viale: insipienti, arroganti ed incompetenti. Servono uomini e donne che sappiano di che parlano, che privilegino la sostanza alle conferenze stampa e all’apparenza. L’incubo sta per trasformarsi in realtà: i malati senza una casa e i lavoratori per strada. Risultati davvero eccezionali di cui Toti e Viale possono andare fieri. Ed ora loro, anziché prendere atto, vogliono impugnare la sentenza e bloccare tutto”.

“Non c’entrano nulla il codice degli appalti, il modello ‘Genova’ e la burocrazia; si tratta solo di una gara, che nella migliore delle ipotesi e ‘pensando bene’, è solo stata fatta male ed in spregio della legge. A questo fallimento si risponde solo con due parole: ‘pubblico’ e ‘immediatamente’. L’Ospedale di Albenga e l’Ospedale di Cairo non siano terre di conquista. Questa disfatta sia raccolta come un’opportunità per cominciare a ricostruire una sanità vera e pubblica. Alla Sanità costruita in questi mesi nelle Fiere e sulle Navi, e che oggi non c’è più, possiamo fare volentieri a meno” conclude Vazio.

La polemica in Regione Liguria