Albenga, Distilo rinuncia alle sirene del Consiglio di Ceriale

Il presidente del Consiglio di Albenga rinuncia al seggio di Ceriale; per surroga in Consiglio comunale Antonello Mazzone subentrerà a Nicola D’Acunto

Diego Distilo in Consiglio comunale ad Albenga

Albenga / Ceriale | Il feulletton del “caso Distilo” aveva provocato le scorse settimane un acceso scontro nel Consiglio comunale di Ceriale tra minoranza e maggioranza. Nel 2018 Diego Distilo si era presentato alle elezioni per il Comune di Ceriale risultando il primo dei non eletti nella sua lista Uniti per Cambiare che sosteneva la candidatura a sindaco di Nicola D’Acunto, oggi dimissionario. Qualche mese dopo, a maggio si è candidato sindaco nel Comune di Albenga, dove vive e ha il suo studio; in questo caso, fuori dal ballottaggio ma eletto comunque con le sue liste, un accordo informale stretto al secondo turno con l’attuale maggioranza gli ha consentito di ricevere la nomina alla carica di presidente del consiglio nel parlamentino ingauno.

RobertoMichels

Con le dimissioni di D’Acunto si era però aperta la possibilità di entrare in Consiglio anche a Ceriale. Da qui lo scontro, perché la minoranza cerialese dava come scontato che per surroga sarebbe automaticamente entrato in Consiglio Antonello Mazzone, 59enne dirigente amministrativo e secondo dei non eletti nella lista D’Acunto nel 2018, mentre Distilo si era però riservato il tempo di valutare la scelta, ipotizzando ci fosse spazio legale per eludere l’incompatibilità del doppio incarico previsto dalla norma. Su questo ha giocato anche il sindaco di Ceriale Luigi Romano per mettere in difficoltà la minoranza, mentre sono restate un po’ nebulose le trattative interne alla lista di Nicola D’Acunto, al di là delle rituali minimizzazioni pubbliche degli interessati.

Come che sia di ciò, oggi la questione si è comunque risolta con un passo indietro di Distilo che ha pubblicamente dichiarato di rinunciare in ogni caso al seggio di Ceriale: “Le elezioni comunali di Albenga hanno segnato un percorso diverso, ho deciso di stare vicino a Riccardo Tomatis” ha detto. Chiuso il contenzioso che ha spinto la minoranza persino a chiedere alla Prefettura di invalidare l’ultimo Consiglio comunale di Ceriale, ora dovrebbe dunque essere a breve effettiva – a meno di un ulteriore coup de théâtre – la surroga di Antonello Mazzone. (effe)

Ultima revisione articolo:

ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO