Festival Internazionale Mandolinistico, seconda edizione a Savona

Alla luce dei riscontri positivi avuti per la prima edizione, il Festival Internazionale Mandolinistico è pronto a confermare e consolidare l’interesse della città di Savona nei confronti dell’arte mandolinistica e in generale degli strumenti a pizzico.

Pubblicità

Per l’edizione 2024 il programma si compone di 3 concerti (24 luglio, 1 agosto, 7 settembre) e si propone di sviluppare la tematica dell’arte mandolinistica nelle sue varie declinazioni per fornire al pubblico, anche non esperto in materia, un valido approccio a questa realtà, attraverso proposte di intrattenimento colto e al contempo di agevole fruizione.

Il percorso che Savona sta facendo come candidata a Capitale Italiana della Cultura del 2027 – dichiara l’Assessore alla Cultura Nicoletta Negropassa anche attraverso la valorizzazione dei savonesi famosi in tutto il mondo. Carlo Aonzo è sicuramente uno di questi. Noi siamo onorati di ospitarlo nuovamente e siamo felici che lui abbia il piacere di tornare a esprimersi nella sua città di origine oltre che nei palcoscenici più famosi di tutto il mondo. Due dei concerti del Festival si tengono al Santuario che da tre estati a questa parte stiamo rilanciando nel nome della buona musica e del gusto di ritrovarsi”.

Pubblicità

Il progetto propone concerti di alto profilo nei vari generi musicali, dalla classica e barocca al post romanticismo e le nuove produzioni, passando per il folk, il jazz, la world music e la musica d’autore con il coinvolgimento di interpreti di levatura internazionale, capaci sia di valorizzare la storia che di proiettarsi nel futuro.

La città di Savona rende omaggio alla ricca realtà mandolinistica odierna che vede proprio a Savona la presenza di uno dei maggiori interpreti dello strumento, il Maestro Carlo Aonzo che con la sua Accademia ne firma anche la direzione artistica.

24 luglio 2024 – Piazza Santuario N.S. della Misericordia (Sv) | CARLO AONZO MEETS FRANCESCO ‘FRY’ MONETI “Cosmic Rambler”

“Cosmic Rambler” è il progetto solista di world music di Francesco ‘Fry’ Moneti, violinista ma anche polistrumentista e membro fondante dei Modena City Ramblers. Un disegno musicale basato su un electro folk che unisce suoni acustici e sequenze elettroniche, richiami di arab rock, musica irlandese e tradizione popolare. Sul palco insieme a ‘Fry’ troviamo Generoso Pierascenzi, già chitarrista dei Gasparazzo, indispensabile collaboratore e vero e proprio braccio destro di Moneti e per questa occasione la presenza, in veste di special guest, del mandolinista savonese Carlo Aonzo a donare ulteriori sonorità al progetto.

Line up: Francesco ‘Fry’ Moneti: violino / mandolino / effetti – Generoso Pierascenzi: chitarra elettrica / effetti – Carlo Aonzo: mandolino

1 agosto 2024 Piazza Sisto IV (Sv) | MAURO SIGURA ELECTRIC QUARTET “Dunia”

Dunia è una Donna, una Madre, ma è anche, in alcune culture sub sahariane, un concetto che rimanda alla Madre Terra. Contenitore che tutto comprende e che si regge grazie ad ogni singolo movimento e ad ogni singola emozione, proiettandone il significato ultimo su di un piano superiore Universale. In questo progetto il suono dell’OUD, strumento antesignano del mandolino, si adatta ad un contesto più elettrico, senza vincoli stilistici. Il risultato è un incontro tra anime diverse: dal jazz alla fusion, alla musica mediorientale, al rock, alla musica psichedelica. Un sound che cerca il dialogo costante tra Particolare e Universale, provando a mettere insieme gusti e percorsi differenti tra loro.

Line up: Mauro Sigura: oud / Bouzouki – Marcello Peghin: chitarra elettrica – Pierpaolo Ranieri: basso elettrico / effetti – Alessandro Cau: batteria

7 settembre 2024 Piazza Santuario N.S. della Misericordia (Sv) | QUARTETTO ITALIANO “I Poeti del Mandolino”

Musiche di Antonio Vivaldi, Raffaele Calace e Astor Piazzolla. Il progetto di valorizzazione delle potenzialità dello strumento Italiano per antonomasia, internazionale per vocazione attraverso il grande repertorio colto nazionale, interpretato da un quartetto d’eccezione di soli strumenti a pizzico come nella migliore tradizione del nostro paese. I concerti di Vivaldi per mandolino aprono il percorso musicale che dal barocco, attraverso la musica post romantica e verista di Calace con il suo potente, persuasivo e passionale repertorio, arriva fino alle moderne sonorità del genio sudamericano. Un concerto adatto ad ogni livello di ascolto grazie all’importanza del programma eseguito e alle sonorità raffinate ma popolari, nella migliore accezione del termine, espresse da una formazione oggi raramente rappresentata nelle sale da concerto.

Line up: Carlo Aonzo: mandolino – Carla Senese: mandolino – Salvatore Della Vecchia: mandola – Riccardo Del Prete: chitarra